PSG, non è tutto oro quello che luccica: Rabiot, un like ed è caos. “Ma resta per ora”

In Francia tiene banco il caso del centrocampista che non ha voluto il rinnovo con il club parigino

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

E’ uno dei club più ricchi in Europa, ma il rinnovo di un giocatore è diventato un problema anche per il PSG. Il protagonista della vicenda, in salsa francese, è Adrien Rabiot, centrocampista che in passato era considerato interessante anche dall’Inter, e che da dicembre ha rotto con la società parigina pare perché voglia andare al Barcellona, anche se ci sono sirene che si sentono arrivare dall’Inghilterra (piace a Tottenham e United). Ha detto no al rinnovo: la sua mamma è il suo agente e non è stata accontentata sul prolungamento, da allora il calciatore è in pratica fuori rosa, non rientra nei piani di Tuchel, tanto che la mamma ha chiesto al ministro dello sport francese di liberarlo. Nulla di fatto però. Sono seguite settimane in cui il giocatore è stato punito per alcuni ritardi e privato per diversi mesi del bonus etico. L’ultimo episodio risale all’eliminazione dalla CL del PSG per mano dello United: Rabiot ha messo mi piace, su Instagram, al video di Evra che esultava per la vittoria degli inglesi. E così, con una lettera datata 3 aprile, la società francese ha deciso di sospendere per sei giorni il giocatore – non potrà allenarsi nella settimana tra il 15 e il 20 marzo – ma non verrà licenziato, resterà a Parigi fino a giugno, in una situazione incandescente. Nella lettera il club scrive che quel like ha disturbato la squadra date le ripercussioni mediatiche che ne sono seguite e soprattutto ha scatenato i tifosi. “Sei obbligato ad un dovere di lealtà – scrivono i dirigenti – “. Non è tutto oro quello che luccica, manco se è quello di uno sceicco…

(Fonte: rmcsport.bfmtv.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy