Rampulla: “Inter? Conte non ha mai mollato. Darà filo da torcere alla Juve perché…”

Rampulla: “Inter? Conte non ha mai mollato. Darà filo da torcere alla Juve perché…”

Le parole dell’ex portiere della Juventus ai microfoni di Radio Bianconera

di Daniele Vitiello, @DanViti

L’ex portiere della Juventus Michelangelo Rampulla ha parlato ai microfoni di Radio Bianonera di alcuni temi. Queste le sue parole:

Sulla Champions League: “Dybala non mi sorprende, mi sorprendeva più il fatto che volessero venderlo che era una cosa assurda. Per quanto riguarda Ronaldo credo che dopo l’infortunio e le ultime vicende ci possa stare un calo. Il tempo di rimettersi a posto e poi rivedremo il miglior Ronaldo”.

Sull’Inter e Conte: “Antonio lo conosciamo bene, ero convinto che potesse dare qualcosa in più a questa squadra che comunque non è fatta di giocatori scarsi. Ha fatto fare il salto di qualità e di consapevolezza da grande squadra. Sicuramente lotteranno fino alla fine, Antonio non mollava da calciatore e non lo ha fatto neanche da allenatore, lo farà anche all’Inter. Oltre a questo ha dei giocatori importanti che possono dare del filo da torcere alla Juventus”.

Su Sarri: “Non mi stupisce che stia facendo bene. Sicuramente c’era un po’ di scetticismo, noi ci aspettiamo sempre il bel gioco, ma in fondo il bel gioco che cos’è? Io credo che i tifosi vogliano vedere le belle giocate, non i 150 tocchi. Il fatto di veder giocare bene una squadra dipende dalle giocate dei campioni. Il bel gioco è finalizzato a tirare in porta nel minor tempo possibile, quello è il bel gioco per me. La Juventus del primo Lippi giocava da metà campo in su con grande pressing e grandi giocate. Magari non si vedevano tanti passaggi, ma si tirava 20-30 volte a partita”.

Sulla Champions League: “Dybala non mi sorprende, mi sorprendeva più il fatto che volessero venderlo che era una cosa assurda. Per quanto riguarda Ronaldo credo che dopo l’infortunio e le ultime vicende ci possa stare un calo. Il tempo di rimettersi a posto e poi rivedremo il miglior Ronaldo”.

Sull’Inter e Conte: “Antonio lo conosciamo bene, ero convinto che potesse dare qualcosa in più a questa squadra che comunque non è fatta di giocatori scarsi. Ha fatto fare il salto di qualità e di consapevolezza da grande squadra. Sicuramente lotteranno fino alla fine, Antonio non mollava da calciatore e non lo ha fatto neanche da allenatore, lo farà anche all’Inter. Oltre a questo ha dei giocatori importanti che possono dare del filo da torcere alla Juventus”.

Su Sarri: “Non mi stupisce che stia facendo bene. Sicuramente c’era un po’ di scetticismo, noi ci aspettiamo sempre il bel gioco, ma in fondo il bel gioco che cos’è? Io credo che i tifosi vogliano vedere le belle giocate, non i 150 tocchi. Il fatto di veder giocare bene una squadra dipende dalle giocate dei campioni. Il bel gioco è finalizzato a tirare in porta nel minor tempo possibile, quello è il bel gioco per me. La Juventus del primo Lippi giocava da metà campo in su con grande pressing e grandi giocate. Magari non si vedevano tanti passaggi, ma si tirava 20-30 volte a partita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy