Sarri: “Gabbiadini? Nessuno sacrifica 8 giocatori per uno. Rog-Diawara? Che ascolto a fare…”

Nella tradizionale conferenza stampa della vigilia, a 24 ore dal match tra Napoli e Besiktas, Maurizio Sarri ha usato toni decisi nei confronti di Gabbiadini e della stampa che ‘azzarda’ consigli

di Dario Di Noi, @DarDinoRio

Alla vigilia di Napoli-Besiktas, terzo impegno azzurro dell’anno in Champions League, il tecnico Maurizio Sarri non ha usato parole lievi in conferenza stampa. Nei confronti di Gabbiadini e della stampa, i toni sono stati decisi: “Gabbiadini si deve adattare al mio gioco? Manolo non si deve adattare a me, ma a questa squadra che ha un modo di giocare che io non ho imposto, ma ho accompagnato per le caratteristiche che hanno esterni e centrocampisti. Nessuno vuole andare contro le caratteristiche di un giocatore, ma nessun tecnico per un giocatore ne sacrifica 7-8. Spostarsi di qualche metro non significa passare dal 100% del rendimento al 50%. Quando si perde si parla solo di Rog e Diawara? Non mi scoccia perché non sento certe parole (ride). Se chi non vede un allenamento vuole darmi un consiglio… posso valutare solo io. Mi lasciano indifferenti le critiche. Dybala, che era già in Italia, a Torino fino a novembre non giocò, qui se Rog che viene da un altro mondo non è pronto in 20 giorni è un problema… che li ascolto a fare?”.

Chiusura sulla Juventus e sulla famosa frase legata al fatturato: “L’avevo già ridetta, era la quinta volta, a qualcuno ha fatto comodo estrapolarla dopo una sconfitta (Bergamo, ndr). Lo dico da luglio ad adesso”. 

(Fonte: tuttonapoli)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy