Sconcerti: “Conte parla di Inter poco tutelata. Ma è diversa dalla Juve perché…”

Il pensiero del noto giornalista

di Marco Astori, @MarcoAstori_

Intervenuto ai microfoni di Calciomercato.com, Mario Sconcerti, noto giornalista, ha parlato così di Antonio Conte e delle sue recenti dichiarazioni: “Credo che Conte abbia ancora per modello la Juve e scambi la sua differenza secolare per la normalità di ogni società. Parla sempre di un’Inter poco tutelata dagli arbitri, dalla stampa e dagli organismi di decisione. E’ chiaro che pensa a una società capace di influenzare la stampa e le simpatia delle federazioni, ma sono poteri che è molto difficile trovare in vendita. Sono leadership che si conquistano con decine e decine di anni di abitudini, ricchezza, successi, comportamenti, serietà e giusti tempi per l’arroganza.

Il primo insegnamento su questa strada è fare, il secondo è lamentarsi il meno possibile. Perché poi la stampa dovrebbe tutelare l’Inter più delle altre? Sarebbe contento così Conte, ricambiando l’ingiustizia? Sappiamo di non vivere un mondo giusto perché la Juve ha sempre molto più degli altri, dai soldi al rispetto di tutti. Conte non sembra cercare un mondo senza peccatori, essere più tutelati assomiglia a cercare favori che non trova. E’ un lamento di povertà, non di giustizia. L’Inter non è la Juve, questo è sempre stato evidente. Ma si pensava che Conte fosse lì per andare a prendere la Juve, non a rimpiangerla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy