Sconcerti esalta Piatek: “Un talento, pochi come lui”. E scatta il paragone con un ex Inter

Il bomber polacco si è presentato ai tifosi del Milan con una doppietta al Napoli

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Si è presentato alla grandissima, con una doppietta al Napoli che ha mandato il Milan in semifinale di Coppa Italia: Krzysztof Piatek ha già conquistato il popolo rossonero, e i paragoni illustri con grandi bomber del passato ormai si sprecano. Mario Sconcerti, dalle colonne del Corriere della Sera, ha esaltato le qualità dell’attaccante polacco: “A chi assomiglia Piatek? Credo a Batistuta. Il secondo gol di Piatek era un classico di Batistuta: rientro di destro sulla fascia sinistra e tiro di mezzo giro, preciso e potente. Anche la velocità raggiunta in pochi metri somiglia a quella di Batistuta. Essere pesanti ma accelerare con leggerezza porta vantaggi enormi perché aggiunge sorpresa allo scatto. Non ti aspettano anche sul breve i difensori. […] Il bello di Piatek è che il suo talento non dovrebbe dipendere dallo schema degli avversari. È chiaro che preferisce il campo aperto, ma è impressionante anche nello scatto breve, quello da area piena di gente. La sua esatta equazione è che il controllo equivale al tiro, cioè tutto avviene nello stesso tempo. Ed è l’equazione del gol che solo pochissimi al mondo sanno risolvere, oggi solo Ronaldo e Messi, forse Salah e Suarez“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy