Sconcerti: “Ai tempi di Pellegrini dovevo diventare direttore generale dell’Inter, ma poi…”

Il giornalista rivela un retroscena riguardante un suo possibile ingresso in società

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Mario Sconcerti, dalle colonne di calciomercato.com, rivela un particolare retroscena che riguarda lui e l’Inter: “C’è stato un tempo in cui dovevo diventare direttore generale dell’Inter. È una cosa che ho gestito sempre con grande discrezione. Mi torna nel cuore adesso che mi associo agli auguri per gli ottant’anni del presidente Ernesto Pellegrini. Fu sua l’idea. Ne discutemmo per oltre un mese, tutti i giovedì a cena nella sua villa a San Siro. Allora dirigevo la redazione di Milano di Repubblica. Pellegrini voleva cambiare verso all’Inter, lasciare Trapattoni e prendere Orrico. Dalla marcatura a uomo a un gioco a zona forsennato. Un nuovo look per tutta la società. E pensava fosse necessario un dirigente nuovo, giovane (allora) e fuori dal calcio.

Un mese dopo, e dopo aver scritto una frase su un foglio da lettere per la prova calligrafica della signora Pellegrini, non me la sentii di cambiare mestiere. Quando lo ringraziai ma tornai al giornale, lui disse che non avevo capito il senso intero dell’offerta. Aveva certamente ragione lui“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy