Stampa – Sensi non al top, non interpreta la parte di Jorginho e Verratti. Barella, nuovo messaggio…

Il giudizio del quotidiano sulla prestazione dei due centrocampisti nerazzurri in occasione della sfida della Nazionale Italiana

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

L’Italia sente la mancanza di Jorginho e Verratti con Stefano Sensi che, nonostante il gol, non riesce a non far percepire l’assenza dei centrocampisti rispettivamente di Chelsea e Paris Saint-Germain. “Sono i due cervelli e insieme i due motori cui Mancini si è affidato sia per la personalità che in ambito internazionale occorre in quel settore, con e senza palla, sia per lo snodo offensivo della manovra: né Sensi né Pellegrini, molto lontani dalla miglior condizione, sono stati capaci di interpretarne la parte. Assai più vivo Barella, un marziano per quanto ha corso rispetto agli altri” scrive La Stampa.

Il quotidiano dà un 6 all’ex centrocampista del Sassuolo: “Si rivede in mezzo al campo dal primo minuto dopo un’eternità: complice i ko fisici di una stagione più che tormentata, l’interista ritrova un ruolo da titolare che gli mancava dal 12 febbraio scorso, quando giocò con la maglia nerazzurra 66’ contro il Napoli nella semifinale di andata di Coppa Italia. Risultato? Finisce presto, molto presto la benzina e, quasi senza accorgersene, lascia la regia al più vivace Barella. Ricompare all’improvviso e, complice il piede di Sunjic, regala l’1 a 1 all’Italia“.

Discorso diverso per Barella, che produce una prestazione d’alto livello nonostante la sua stagione sia terminata due settimane fa. Il centrocampista dell’Inter si merita un 6: “Senza vacanze, ma con le pile cariche. Là in mezzo è il più continuo e il più coraggioso: gli strappi azzurri nascono dalle sue accelerazioni. Una prova di personalità, un nuovo messaggio per il futuro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy