La Serie A non abbandona l’idea di ridurre i compensi dei giocatori. Cds: “Ci vorrebbe…”

La Serie A non abbandona l’idea di ridurre i compensi dei giocatori. Cds: “Ci vorrebbe…”

Il taglio degli stipendi ai giocatori è un’idea che i club non hanno ancora abbandonato

di Gianni Pampinella

L’idea di ridurre i compensi dei calciatori non è stata ancora abbandonata dalla Serie A. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, “ci vorrebbe uno strumento legislativo, magari simile per tutti i Paesi, che non obbligasse i club a una contrattazione singola con tutti i calciatori per ottenere il taglio“. Secondo il quotidiano, la decurtazione si aggirerebbe intorno al 30%, “analoga alla percentuale delle partite rimaste da giocare. Porterebbe a un risparmio complessivo di 465 milioni su un totale di circa 1,4 miliardi degli ingaggi della A. Il tutto per mettersi al riparo dal rischio di non veder ripartire alcune società con i bilanci già adesso in sofferenza. Figuratevi cosa succederebbe se davvero non si tornasse a giocare“.

A proposito di questa eventualità, il Corriere dello Sport sottolinea che “sarà combattuta fino alla fine: Lega e Federazione faranno tutto quello che sarà in loro potere per chiudere, anche il 31 luglio, i campionati perché sanno il danno a cui si andrebbe incontro“.

(Corriere dello Sport)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy