Stadio, c’è una prospettiva clamorosa che alla politica non dispiacerebbe: “La pena è…”

Stadio, c’è una prospettiva clamorosa che alla politica non dispiacerebbe: “La pena è…”

Continua il dialogo tra Comune di Milano e Inter e Milan per il futuro impianto

di Marco Macca, @macca_marco

Continua il dialogo tra Comune di Milano e Inter e Milan per il futuro impianto dei due club milanesi. Sono certamente stati fatti passi avanti ma, come riportato dal Corriere dello Sport, la strada per arrivare alla prima pietra resta lunga e complicata. Anche perché c’è il 2026 che vedrà Milano ospitare le Olimpiadi invernali e il tempo inizia a stringere. Scrive il quotidiano:

Inter e Milan da lunedì continueranno il dialogo per trovare un punto d’intesa con il Comune riguardo alla costruzione del nuovo impianto che condivideranno. E anche se il tempo che manca alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi invernali (febbraio 2026) è tanto, un’intesa globale e definitiva con Palazzo Marino non potrà tardare troppo. Pena far slittare in là nel tempo l’intera operazione. Di quanto? A dopo le Olimpiadi. Un’ipotesi che le milanesi non prendono neppure in considerazione, ma che alle parti politiche milanesi certo non dispiacerebbe. Le due società hanno già fatto concessioni al sindaco Sala facendo capire che la loro priorità è restare nella zona di San Siro e adesso si aspettano dal Consiglio Comunale una variazione al PGT e un aumento dell’indice volumetrico, una condizione necessaria per rendere sostenibile dal punto di vista economico l’investimento e per costruire il centro commerciale, gli uffici e l’hotel che dovrebbero ripagare in buona parte la spesa da 1,2 miliardi di euro per l’intero master plan“.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy