Tardelli: “Il calcio si aiuti da solo, i soldi ci sono. Tommasi? Avrei agito diversamente”

L’ex centrocampista non condivide la proposta dell’Aic sul taglio degli stipendi dei calciatori

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Intervistato dal Corriere dello Sport, Marco Tardelli ha criticato l’operato dell’Aic e del suo presidente, Damiano Tommasi: “Io avrei agito diversamente. Mi sarei presentato in Lega e avrei detto: signori, noi dell’Aic per primi vogliamo contribuire. Come? Istituendo un fondo di solidarietà, e parteciperemo materialmente con risorse nostre“.

Quali risorse?
“Ho potuto leggere gli ultimi quattro bilanci dell’Assocalciatori, sono pubblici, nessun segreto, e ho notato che i soldi in cassa ci sono. Quando parlo di fondo di solidarietà “aperto” intendo dire che anche una quota del taglio degli stipendi dei calciatori di Serie A sarebbe destinata ai tesserati delle categorie inferiori e al personale dei club di B, C, Dilettanti. Sono convinto che se l’Aic avesse tentato la carta del dialogo e dell’iniziativa, anziché quella della reazione muscolare, avrebbe ottenuto molto di più, forse addirittura un accordo collettivo
“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy