Valcareggi: “Coronavirus? Ho molta paura, non si ricominci a giocare se c’è ancora rischio”

Le parole del noto procuratore ai microfoni di TMW a proposito di quanto sta accadendo in questi giorni

di Daniele Vitiello, @DanViti

Il procuratore Furio Valcareggi è intervenuto ai microfoni di TMW: “Spero che il campionato ricominci, perché vorrebbe dire che il virus sarebbe stato risolto. Altrimenti andiamo ad oltranza, anche fino a settembre, per finire la stagione e poi ripartire, senza soste, con quella successiva. Ho molta paura, il calcio mi manca ma non esiste di ricominciare se c’è rischio. Se si ricomincia, è perché il problema è stato risolto”.

Come la mettiamo con presidenti come Cellino e Ferrero che non vogliono tornare a giocare?
“Ognuno oggi deve essere un po’ egoista, per rimanere in salute. Cellino non vuole riprendere a giocare perché sennò retrocede, ma l’Atalanta potrebbe voler riprendere perché è in Champions. Cellino non vuole giocare perché sa che retrocede, se si riprende. E’ inutile girarci intorno. Ma si deve tornare a giocare solo se il problema è contenuto, altrimenti non ha senso”.

Chi il migliore allenatore ora?
“Il bravo allenatore è quello che vince. Poi subentra la simpatia. Per esempio mi è simpatico Mazzarri, così come Capello e Antonio Conte”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy