FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

ultimora

Vernydub (All. Sheriff): “L’Inter ha un altro valore rispetto a noi, ma ha punti deboli”

Getty Images

Le dichiarazioni di Vernydub, allenatore dello Sheriff Tiraspol, alla Gazzetta dello Sport alla vigilia del match con l'Inter

Alessandro De Felice

Yuriy Vernydub si prepara allo straordinario palcoscenico di San Siro. L'allenatore dello Sheriff Tiraspol, avversaria dell'Inter domani sera nella gara del terzo turno del Gruppo D di Champions League, ha rilasciato un'intervista ai microfoni de' La Gazzetta dello Sport.

Prima tecnico assistente al Metalurh Zaporizhzhia e dal 2011 al 2019 allo Zorya Lugansk, quindi in Bielorussia allo Shakhtyor Soligorsk, dove ha vinto un titolo. Allo Sheriff dal dicembre 2020. Quali i suoi modelli?

"Dopo i primi anni ho studiato calcio aggressivo, d’attacco, la costruzione dal basso, per me Wenger è stato d’esempio, mi piaceva molto il suo Arsenal. Quindi sono passato ad analizzare due riferimenti diversi ma i migliori al mondo, Pep Guardiola e José Mourinho, che ha avuto un periodo top dal Porto all’Inter pur con un calcio diverso. Ora mi piace il giovanissimo Nagelsmann del Bayern, fa cose incredibili, un 3° e un 2° posto col Lipsia, ora in Baviera e ha solo 34 anni. E, pur se sono più vecchio, in certe cose mi ispiro a lui".

Con lo Sheriff in totale finora vanta in 40 match, 32 vittorie e solo un k.o. Teme l’Inter?

"L’entusiasmo per il dopo Madrid può giocare brutti scherzi, temo la troppa attenzione mediatica. Meglio rimanere nell’ombra. A Milano e al ritorno sarà dura, l’Inter gioca diversamente da Real e Shakhtar. Hanno un modulo nuovo per noi, a 3 dietro e a 5 in mezzo. Spero che i miei ragazzi siano consapevoli delle nuove difficoltà e rimangano concentrati. L’attacco dei milanesi è fenomenale, fra Dzeko, Lautaro e Correa sarà durissima, fanno male. E non sottovaluto certo gli altri reparti,  fra centrocampisti esperti e di talento come Calhanoglu o Barella. E in difesa Skriniar mi piace perché vince sempre i contrasti aerei. L’Inter poi è molto pericolosa sui calci piazzati".

 Getty Images

Voi come pensate di reagire?

"Proveremo a fare il nostro calcio, so bene però che l’Inter ha un altro valore di giocatori rispetto al nostro. Ovvio, non rinunceremo a giocare, a impostare, ad attaccare quando possibile. Sono sicuro che loro presseranno alti, non ci faranno respirare, dovremo essere bravi in contropiede. So poi che quel che studiamo a tavolino è una cosa, ciò che succederà, vedremo… E sono consapevole che il possesso palla sarà dominato dall’Inter, bisognerà aspettare. Perché ogni squadra ha il suo tallone d’Achille, noi dovremo scoprire quello dell’Inter. Dove colpire e far male".

La vittoria a Madrid dimostra che la Superlega è sbagliata?

"È un’idea stupida, non la posso accettare. Il calcio è di tutti, di chi merita. La Superlega privilegia club già ricchissimi, capisco gli interessi, ma è l’opposto dei valori dello sport, di cui noi siamo stati la dimostrazione. Va dato il giusto premio a chi lo merita. Il calcio non è solo élite".

tutte le notizie di