Vocalelli: “Inter-Juve, Conte e Pirlo sanno bene una cosa. Non possono ignorare…”

L’analisi del giornalista su uno dei match più attesi dell’anno

di Gianni Pampinella

A quattro giorni da Inter-Juve, dalle colonne della Gazzetta dello sport Alessandro Vocalelli analizza uno dei match più attesi dell’anno. “Conte e Pirlo sanno bene che i conti si fanno alla fine, ma non possono ignorare i mille rivoli, anche psicologici, di una sfida così importante, elettrizzante. L’Inter non può sbagliare, dopo aver lasciato cinque punti in due partite alla concorrente. Altrettanto però si può dire della Juve, che ha bisogno di ulteriori conferme per riappropriarsi del suo ruolo. Il ruolo, dopo nove scudetti consecutivi, di protagonista assoluta“, sottolinea il giornalista.

Antonio Conte e Andrea Pirlo
Getty Images

“È altrettanto evidente che di Inter-Juve si possa dire tutto e, in fondo, si sta dicendo tutto. Il confronto tra Antonio Conte e il “suo” calciatore di riferimento in bianconero, Andrea Pirlo. Lo scontro tra Ronaldo e Lukaku, con il loro modo così lontano, e ugualmente decisivo, di stare in campo e di orientare le fortune delle loro squadre. Un’Inter tosta, pratica, concreta, autorevole, complessa nella sua facilità di fare calcio, com’era appunto Conte calciatore. Due rose di primissimo livello”.

(Gazzetta dello Sport)

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy