Xi Jinping sarà in Italia giovedì. Steven Zhang presente e torna anche Jindong: si parlerà di…

Xi Jinping sarà in Italia giovedì. Steven Zhang presente e torna anche Jindong: si parlerà di…

Il presidente della Cina sarà in visita in Italia, ci saranno anche il presidente dell’Inter e il patron di Suning

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Giovedì il presidente della Cina Xi Jinping sarà in visita all’Italia. Nel cinquantesimo anniversario dell’avvio delle relazioni diplomatiche, il leader cinese si appresta ad approfondire le relazioni commerciali tra ai due Paesi.
“Quando Xi vedrà il Presidente della Repubblica ci sarà una delegazione di industriali italiani e cinesi interessati agli scambi eurasiatici. Dovrebbe andare il presidente dell’Inter, Steven Zhang. Anzi, di più: arriverà anche il padre Zhang Jindong, che di Suning è fondatore e azionista di maggioranza, quindi di riflesso proprietario dell’Inter stessa. Ora non è che Xi, nerazzurro dentro secondo i racconti popolari, metterà bocca sul rinnovo di Mauro Icardi. Però un contatto, e in simile sede, tra il leader maximo e un imprenditore di peso può avere risvolti significativi. Oggi come oggi in Cina gli investimenti sul calcio estero sono soggetti a restrizioni e anche quelli interni sono in contrazione. Una maggiore elasticità del governo cinese su questo tipo di investimenti non è un argomento troppo banale a tali livelli. Almeno, si possono gettare le basi di una discussione. Anche perché non è mai stato cancellato ufficialmente il piano che prevedeva entro il 2025 l’ampliamento a 30 milioni del numero di praticanti del calcio in Cina – dove gli sport tradizionali sono altri – e l’introduzione del calcio stesso come sport da insegnare in 7.000 scuole e la formazione di 200 squadre universitarie e così via“, si legge sul Corriere dello Sport.
“Dato che poi Xi ha deciso di venire da queste parti viene alla mente che spesso i cinesi acquistano squadre di calcio in giro per il mondo (eravamo arrivati a 31 di primo livello, solo un anno fa) soprattutto allo scopo di mettere cappello e avviare copiosi rapporti d’affari in loco. L’Italia lì ha come agenti segreti Fabio Cannavaro, nuovo ct della Cina, e Marcello Lippi, che lo ha preceduto e resta coinvolto. In una terra in cui i diritti della Serie A valgono appena 10 milioni di euro, sette volte meno di quelli della Premier League. Intanto dall’1 al 6 aprile la commissione di valutazione visiterà le strutture italiane. Ci sarà anche uno dei membri cinesi. Magari vi sembrerà strano, ma Mattarella un ottimo discorso sui valori olimpici e l’eccellenza della candidatura italiana a Xi lo farà. E non pensate che sia argomento di piccolo affare: in Cina l’industria dello sport vale 250 miliardi di euro. Contano di portare la cifra oltre i 660 nel giro di sei anni”, spiega il quotidiano.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy