Zanetti: “Il gruppo è la cosa più importante. Senza il sacrificio non si arriva a nulla”

Zanetti: “Il gruppo è la cosa più importante. Senza il sacrificio non si arriva a nulla”

Il vicepresidente dell’Inter Zanetti ha partecipato a una puntata di Once

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Ospite speciale della serie di Disney XD, On11ce undici campioni, il vicepresidente dell’Inter ha parlato di come viveva lui il calcio e di come è stato indossare la fascia di capitano dell’Inter:

“Il calcio è più che giocare solamente delle partite. Se è la tua passione non lasciarla andare. A 39 anni mi sono rotto il tendine d’Achille ma ho trovato le forze per tornare e per ritirarmi dal campo di calcio. Non ci sono segreti e formule, arrivare nel calcio italiano era una grande sfida e opportunità. Mi sono appoggiato ai compagni, il gruppo è la cosa più importante, senza sacrificio non si arriva a nulla. Se mi metto a pensare ai giocatori storici che hanno indossato la fascia da capitano, per me è stato un onore, un motivo di orgoglio. Il capitano lo sceglie il gruppo, perché è un esempio. Io ho sempre cercato di rispettare i miei compagni e di essere una guida, soprattutto nei momenti di difficoltà quando bisogna essere sempre presenti”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy