Conte: “Entusiasmo sì, presunzione no. Felice per i tifosi. Candreva e Gagliardini…”

Conte: “Entusiasmo sì, presunzione no. Felice per i tifosi. Candreva e Gagliardini…”

Il tecnico nerazzurro commenta il successo della sua Inter sulla Spal

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

L’Inter batte 2-1 la Spal grazie a una doppietta di Lautaro Martinez e, complice il pareggio della Juventus contro la Spal, torna in testa alla classifica. Il tecnico nerazzurro, Antonio Conte, ha analizzato in conferenza stampa il successo di questo pomeriggio.

Punteggio record, anche se siamo solo alla 14esima giornata.
Sicuramente il fatto che dopo 14 partite abbiamo 37 punti ed essere in testa alla classifica, vincendone 12, ci deve dare entusiasmo e rendere orgogliosi, ma al tempo stesso l’entusiasmo che si crea intorno a noi non deve essere negativo, non dobbiamo diventare presuntuosi, non dobbiamo pensare di essere più forti degli altri, queto non deve accadere. Il fatto che ci giochiamo la possibilità di passare il turno in Champions e che siamo a questo punto in campionato deve darci altri stimoli. Devo ringraziare questi ragazzi, è un piacere allenarli, mi hanno disponibilità fin dal primo giorno di lavoro“.

Vittoria senza diversi titolari o potenziali tali: può essere un segnale importante in chiave Scudetto?
Innanzi tutto mi auguro di avere quanto prima tutti i miei calciatori a disposizione: sono elelmenti forti, che al momento sono fuori, mi auguro che possano rientrare e continuare a fare quanto stavano facendo. Spero che possano tornare quanto prima perchè ne ho bisogno. Se guardo il bicchiere mezo pieno in questo periodo dove c’è difficoltà numerica per affrontare campionato e Champions, che dura ormmai da un mese e mezzo, dico che tanti giocatori si stanno responsabilizzando ancora di più, hanno sentito il dovere di responsabilizzarsi e di alzare il proprio livello, e questo mi fa felice. La nostra crescita dipende molto dall’alzare il livello di ogni singolo calciatore, e questo sta accadendo. Ripeto, spero comunque di avere la rosa al completo quanto prima per continuare a lottare e per essere più sereni“.

Quali sono le condizioni di Gagliardini e di Candreva?
Nulla di particolare per Candreva. Gagliardini ha avuto un problema al piede, faremo delle valutazioni“.

L’Inter è prima in classifica: ti saresti aspettato uno scenario del genere a inizio stagione?
Sicuramente è una bella sorpresa, dopo 14 partite siamo in testa alla classifica perchè abbiamo avuto un ritmo impressionante: ne abbiamo vinte 12, pareggiata una e persa solo una con chi ci stava davanti. La sorpresa rimane, godiamocela ma nella giusta maniera: dobbiamo avere entusiasmo, essere contenti di quello che stiamo facendo, ma tutto quello che stiamo ottenendo è frutto del sacrificio e della disponibilità dei calciatori. Dobbiamo avere una grande crescita, questo entusiasmo non ci deve far pensare di essere diventati i più bravi, ma deve essere uno stimolo per continuare a fare bene“.

Quanto le fa piacere l’affetto dei tifosi nerazzurri?
Mi fa piacere, ma come ho sempre detto sono stato accolto sempre molto bene. Penso che il nostro tifoso sia contento del lavoro che stiamo facendo, io e i calciatori, e questa è la soddisfazione più bella. Cerchiamo di continuare a fare questo, è bello avere una spinta importante in ogni partita. Cerchiamo di continuare così, vogliamo essere credibili“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy