FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

FCIN1908 – Inter, lavoro superbo di Inzaghi: il confronto con Conte e Spalletti

Getty Images

L'analisi proposta da Fcinter1908.it sui numeri messi in fila dall'attuale tecnico nerazzurro e dai suoi due predecessori

Daniele Vitiello

I meriti di Simone Inzaghi nel grande exploit dell'Inter in questo girone d'andata sono sotto gli occhi di tutti. Il tecnico ha lavorato duramente questa estate, fin dal primo giorno della sua avventura nerazzurra, per velocizzare il più possibile l'adattamento della squadra alla sua idea di gioco. La base che ha trovato era sicuramente di grande livello, ma compattare l'ambiente dopo la delusione per le cessioni di Lukaku e Hakimi non era affatto semplice. Lui non si è limitato a questo, perché ha impresso con grande tempismo il suo marchio su una squadra in grado di decollare in poche settimane, polverizzando il gap accumulato ad inizio campionato.

 getty images

Il confronto con i suoi predecessori, attraverso i numeri raccolti da Fcinter1908.it, sottolinea ancora di più la qualità del lavoro svolto dal nuovo tecnico. Senza andare troppo lontano, ma paragonandolo ad Antonio Conte e Luciano Spalletti, emergono indistintamente i suoi meriti. Anzitutto, i 46 punti ottenuti rappresentano lo stesso bottino raccolto da Antonio Conte al suo primo anno in nerazzurro, che però arrivò al giro di boa da secondo in classifica. Per il resto, negli ultimi 5 anni mai l'Inter è riuscita nemmeno ad avvicinarsi. Per quanto riguarda i gol subiti, Spalletti si è posizionato meglio con la sua quota 14 in entrambe le stagioni. Appena uno in meno rispetto a quella attuale. Conte ha fatto peggio nel biennio. 16 gol subiti il primo anno, addirittura 23 il secondo, prima che trovasse l'equilibrio giusto che poi lo ha proiettato verso lo scudetto.

 Getty Images

Inter, la grande differenza tra Inzaghi e i suoi predecessori

La grande differenza tra Inzaghi e chi lo ha preceduto sta proprio in questo. Il tecnico piacentino ha in pochissimo tempo trovato l'equilibrio, limitando di gran lunga i rischi, pur mettendo in campo una potenza di fuoco inesorabile. L'attacco con 49 reti è ben al di sopra dei numeri degli scorsi anni. Ciò che impreziosisce ulteriormente il confronto, e che non troverete nella tabella di Fcinter1908.it, è forse la più grande differenza rispetto al passato. Quest'anno l'Inter è riuscita per la prima volta dal suo ritorno in Champions League a superare la fase a gironi. Obiettivo sfiorato in più circostanze, ma mai agguantato. Inzaghi con grande determinazione lo ha ottenuto, senza sacrificare il percorso in campionato.

tutte le notizie di