Via Godin, dentro Kumbulla. L’Inter riallaccia i contatti col Verona, due pedine sul piatto

Col difensore uruguaiano in partenza, l’Inter torna sull’albanese che può ricoprire tutte le posizioni della difesa a tre

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Molto vicino a salutare l’Inter è Diego Godin. Inter e Cagliari hanno l’accordo per il passaggio a titolo definitivo del difensore al club sardo, ora l’uruguagio dovrà accordarsi per il suo contratto. Con Godin in partenza, l’Inter riaccende una trattativa che aveva messo temporaneamente da parte: quella per il difensore del Verona Marash Kumbulla.

“Sull’albanese c’è da tempo il sì dell’allenatore (come peraltro c’era su Tonali, prima dello stop causa assenza di liquidità). E la novità è che l’Inter è tornata ad intensificare i colloqui per il difensore del Verona, considerato elemento ideale perché può coprire tutte le posizioni di un reparto a tre, reparto che vedrà con ogni probabilità partire anche Ranocchia (destinato al Genoa).

Via Godin, dentro Kumbulla: il piano è questo. Ma non può ancora esserlo oggi, anche perché la vera priorità del mercato nerazzurro resta – come leggiamo nel pezzo a fianco – il centrocampista. L’Inter comunque ha deciso di tenere caldi i contatti per Kumbulla, favorita anche dal fatto che la Lazio nei giorni scorsi non è riuscita a chiudere l’affare.

Ma va trovata la quadratura con il Verona che aspetta una mossa dell’Inter, a fronte di una valutazione di 28 milioni di euro. Attenzione, però.

Perché sul tavolo con il club gialloblù ci sono le questioni Dimarco e soprattutto Salcedo, che in Veneto vorrebbero riavere a disposizione. L’altra uscita – Ranocchia – aprirà invece le porte allo sbarco già programmato di Matteo Darmian, che alla stregua di D’Ambrosio è considerato un jolly impiegabile sia nei tre di difesa sia come backup sulle corsie esterne”, spiega La Gazzetta dello Sport.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy