PSG: guerra di potere. In mezzo c’è Icardi. Tremano i 70 mln in ballo: il bilancio dell’Inter…

PSG: guerra di potere. In mezzo c’è Icardi. Tremano i 70 mln in ballo: il bilancio dell’Inter…

Secondo la Gazzetta dello Sport non c’è ancora certezza sul riscatto di Maurito da parte del club francese

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Che il riscatto del PSG per Icardi sia importante non è una novità. Varrebbe settanta mln. Ma questa mattina La Gazzetta dello Sport parla del giocatore argentino e di rebus da decifrare. “La società nerazzurra – alle prese come tutti i club con i dubbi legati ai budget, causa coronavirus – ora non è neppure sicura di poter contare su quell’introito”, spiega la rosea. Perché? Ci sarebbe una guerra di potere in corso al club parigino e Icardi sarebbe finito nel mezzo. Altra ragione, ovviamente, è il blocco dei campionati. Questo momento porta con sé tante incertezze anche nel calcio.

Se un anno fa Maurito e Wanda avevano chiamato l’avvocato Nicoletti per mediare con l’Inter, anche questa Primavera rischia di crearsi un problema. Secondo il giornale sportivo in questi giorni la società francese avrebbe dovuto prendere una decisione sul giocatore, metà marzo-inizio aprile. Ci siamo, ma non ci siamo perché se ne riparlerà più in avanti, quando l’emergenza del coronavirus sarà superata. E addirittura si deve capire se dopo giugno ci saranno ancora campionati in corso.

Icardi aveva iniziato bene, ma da gennaio 2020 ha collezionato cinque panchine consecutive, sei tra coppe e campionato. Tuchel insomma lo sta prendendo in considerazione poco. E nel bel mezzo di questo periodo lui e Wanda hanno fatto discutere per la festa di compleanno dell’attaccante, arrivata subito dopo la sconfitta con il Dortmund. Stavolta però centrerebbe poco il rendimento dell’argentino. Il quotidiano sportivo parla di una lotta interna al PSG tra l’allenatore e il ds, Leonardo. Anche così si spiegherebbero le panchine dell’attaccante. Tutto dipenderà quindi anche dalla permanenza di Tuchel sulla panchina del PSG.

In ballo ci sono settanta mln che sarebbero una plusvalenza totale o quasi e quindi avrebbe grande impatto sul bilancio: “L’ultimo fatturato dell’Inter è di 417 milioni, inserendo anche le plusvalenze (377 il dato senza), dunque l’addio di Icardi vale un sesto dell’intero fatturato“, conclude la Gazzetta dello Sport.

(Fonte: GdS)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy