Sky – Inter, difesa da registrare: la spiegazione Conte l’ha data. Bastoni e Nainggolan, altri test

Seduta individuale per i due giocatori che prima di tornare in gruppo devono superare altri test da protocollo

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Di alibi ce n’erano, a partire dalle assenze, ma Conte non li ha usati. Anzi ai suoi, alla vigilia del derby, aveva detto che non ci sarebbero state scuse. Alla fine è arrivata una sconfitta ma Conte era comunque contento della prestazione dei suoi e di quanto avevano creato. Meno contento del fatto che si concretizza poco, troppo sprecona la sua Inter. E la fase difensiva va sistemata perché si incassano troppi gol. Si lavorerà quindi in cerca del giusto equilibrio.

Tra assenti per covid, nazionali rientrati all’ultimo e preparazione corta, la squadra nerazzurra era nella peggior situazione per affrontare il Milan in questo momento.

Ma – come sottolineato da Skysport – basta guardare i numeri per accorgersi che là dietro c’è un problema. A confronto le prime quattro partite della scorsa stagione, quella del primo Conte con quelle di questa stagione.

Un anno fa erano state quattro vittorie, 2 vittorie, un pari e una sconfitta in questo inizio anno. Con un solo gol subito la scorsa stagione e otto invece quest’anno. Nove le reti nelle prime quattro giornate del 2019-20 e undici quelle della stagione 20-21.

Una spiegazione, in parte, arriva dal calcio offensivo scelto dall’allenatore. La squadra è stata impostata con un modulo che prevede due punte, due esterni offensivi e spesso il trequartista. Persino i difensori attaccano.

Fotogramma tratto da Skysport

Ieri il tecnico nerazzurro aveva tentato anche di spiegarlo quando gli hanno chiesto della fase difensiva. «Penso che la solidità difensiva sia importante, serve equilibrio. Giocando con due esterni che sono due ali, Perisic e Hakimi pure lui offensivo, serve equilibrio. Qualcuno vuole pure il trequartista e storce la bocca. Stiamo parlando di due gol presi evitabilissimi», ha detto.

Getty Images

LE COSE DA SALVARE – Ma ci sono le cose da salvare, il bicchiere mezzo pieno. “Le occasioni create, da concretizzare però. “Il quarto gol di Lukaku in quattro partite in Serie A, il terzo gol dell’attaccante in tre derby, il primo tempo di Lautaro, le prestazioni di Barella e soprattutto Hakimi. Con queste armi bisogna guardare alla partita contro il Borussia M’Gladbach. Contro il Milan erano cinque i ragazzi della Primavera in panchina, contro i tedeschi Conte spera di riavere Bastoni e Nainggolan che dovranno superare i test medici previsti dal protocollo per riaggregarsi al gruppo. Ora all’Inter servono i suoi rinforzi, i rientri come rimedio“, ha sottolineato Skysport.

(Fonte: SS24)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy