FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Inter, due lezioni da imparare in fretta. Meglio evitare un esercizio inutile

Inter, due lezioni da imparare in fretta. Meglio evitare un esercizio inutile

L'analisi di Fcinter1908.it dopo il pareggio di ieri sera al Meazza

Daniele Vitiello

E’ passata circa una settimana dalla sconfitta con la Lazio e in casa Inter il timore che non fosse abbastanza per affrontare i limiti emersi sembrava sepolto dalla prova di maturità sfoderata contro lo Sheriff. Rituffandosi in campionato, però, i nerazzurri sono inciampati nuovamente. Un punto soltanto nel doppio snodo cruciale per testare ambizioni e certezze di questa squadra è l'amaro bottino che costringe a rimboccarsi velocemente le mani. Il rammarico è ancora una volta legato ad un episodio che ha vanificato l’ampia supremazia dimostrata fino a quel momento. Come all’Olimpico, anche ieri al Meazza l’Inter ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato.

Suona come un’attenuante, ma in realtà è un’aggravante. Perché la prova offerta dai nerazzurri ha dimostrato ancora una volta che, al netto di quanto accaduto questa estate, la squadra ha i mezzi a disposizione per affrontare e domare chiunque. La cura dei dettagli però deve rimanere maniacale dal primo all’ultimo secondo. Senza lasciare che un momentaneo vantaggio possa alterarla e offrire opportunità agli altri di rientrare in gioco. Gli avversari vanno azzannati alla giugulare, le loro ambizioni di rimonta vanno spente sul nascere. Non ci sono altri modi per tenersi a distanza di sicurezza da imprevisti che rovinano serate perfette.

Inter, due lezioni da imparare

Allungare quando c’è l’opportunità e restare fino all’ultimo con la testa in partita. Sono queste le lezioni che l’Inter avrebbe dovuto imparare già dopo la sconfitta con la Lazio. La squadra invece si ritrova a doversi leccare nuovamente le ferite, nonostante la qualità messa in campo a livello fisico e di palleggio. Proprio quando la mente dei tifosi viaggiava spedita verso la schiacciante vittoria proprio con la Juventus dello scorso 17 gennaio, cullata dalla piacevole sensazione di déjà-vu, si è ritrovata catapultata altrove. Guardare la classifica in questo momento è esercizio inutile: tutto dipenderà da quanto servirà all’Inter per superare i limiti emersi.

tutte le notizie di