Inter, da Appiano è partito sms di due ‘parole’ chiarissime. Icardi non ne sarà felicissimo

Inter, da Appiano è partito sms di due ‘parole’ chiarissime. Icardi non ne sarà felicissimo

Il confronto in numeri tra Lukaku e Icardi

di Marco Macca, @macca_marco

Il confronto era annunciato, fin dal giorno dell’arrivo in nerazzurro di Romelu Lukaku. Il paragone tra l’attaccante belga e Mauro Icardi impazza nell’ambiente Inter (e non solo) da agosto. Al di là di tutto quello che è accaduto dal febbraio del 2019 in poi, è comunque innegabile che gli ultimi anni interisti siano stati segnati dai gol dell’argentino, che non ha caso ha collezionato medie realizzative da grande attaccante. Ma, come riportato anche dalla Gazzetta dello Sport, il belga non è fin qui affatto da meno, anzi.

“Sfida lanciata”, dunque. Questo il ‘messaggio di due parole inviato virtualmente da Lukaku a Icardi. Il belga, infatti, ha già superato il primo Maurito, e ora va all’inseguimento dell’Icardi targato Spalletti. Numeri impressionanti, che mettono a rischio i record dell’argentino. Scrive gazzetta.it:

Primo risultato: Lukaku rispetto al ruolino di marcia di Icardi del 2014-15 (quello del primo titolo di capocannoniere) sta già facendo meglio. E non di poco. Dopo 22 giornate, Lukaku ha piazzato 16 gol contro i 13 di Maurito. Il bomber belga ha fin qui collezionato 5 doppiette (Sassuolo, Bologna, Genoa, Napoli e Udinese) senza segnare in 11 partite. Il suo massimo digiuno da gol è di tre partite ed è successo tre volte: (Lazio-Samp-Juve tra settembre e ottobre, Spal-Roma e Fiorentina a dicembre e Atalanta-Lecce-Cagliari a gennaio). Mauro Icardi allora, aveva invece collezionato 13 reti, di cui una tripletta (Sassuolo) e due doppiette (Verona e Palermo). Ed era rimasto senza gol in 13 partite“.

SFIDA LANCIATA – “Lukaku ha già superato il primo Icardi e ora vuole fare lo stesso con il secondo. L’argentino con Spalletti in panchina aveva rastrellato alla 22esima di campionato 18 gol con 5 doppiette (Fiorentina, Roma, Samp, Atalanta e Cagliari) e una strepitosa tripletta con cui aveva abbattuto il Milan. Insomma, il divario tra quell’Icardi (letalissimo) e questo Lukaku (ariete e uomo squadra) è di solo due reti. La sua sfida ai 29 gol è già lanciata…“.

(Fonte: gazzetta.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy