Inter, ‘un piano A e un piano B’. Marotta ha due opzioni per l’attacco e non solo

Inter, ‘un piano A e un piano B’. Marotta ha due opzioni per l’attacco e non solo

Marotta lavora sul mercato in uscita per rinforzare poi l’organico di Conte e sono tanti i nomi sul tavolo dell’ad interista

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano
“C’è un piano A e un piano B, l’obiettivo numero uno e la sua alternativa, magari anche due”. Questo è quanto scrive, a proposito del mercato dell’Inter, TuttoSport. Il giornale sportivo torinese si riferisce all’attacco del futuro e ad un mercato, quello che verrà, diverso dal solito. Perché il Covid19 ha ovviamente cambiato tutto. Tutto dipenderà dalle cessioni e in questa settimana dovrebbe essere intanto definita la permanenza di Icardi al PSG. Leonardo non ha ancora accontentato Marotta sulla cifra del riscatto. Continua anche la trattativa con il Barça per la cessione di Lautaro Martinez. E ci sono anche altre cessioni importanti in vista, quella di Perisic – che però il Bayern al momento non ha riscattato – e quella di Joao Mario. Non sono da escludere altre cessioni. Come quella di Vecino, già nel mirino dell’Everton, sarebbe stato adocchiato anche dal Valencia. 
LE COPPIE – Il quotidiano parla di gioco delle coppie perché si riferisce a due opzioni diverse per ruolo. Cavani e Werner, Vidal e Nainggolan e infine Chiesa e Tonali. Un piano a e un piano b, insomma.
In attacco, con Lautaro in uscita e Sanchez non riscattato, e sfumati Mertens e Giroud, le opzioni possibili sono Cavani e Werner. Il primo accetterebbe il ruolo di terzo attaccante, ma percepisce uno stipendio alto. All’Inter c’è una somma limite: 7.5 mln all’anno. Se l’uruguaiano accettasse questa cifra potrebbe sbarcare a Milano, ma questa cifra potrebbe escludere l’arrivo di un altro attaccante, secondo TS. E parliamo quindi di Werner. Il giocatore del Lipsia viene valutato 50-60 mln. Per questo anche in questo caso si parla di piano a e di piano b e non dell’acquisto di entrambi.
Già nota la passione di Conte per Vidal. Ma la valutazione del Barcellona è di venti mln. Marotta vorrebbe spenderne la metà per l’acquisto del cartellino e potrebbe non inserirlo nella trattativa per la cessione di Lautaro. A fine campionato tornerà anche Nainggolan dal prestito con il Cagliari. Il club sardo non ha probabilmente la possibilità di comprarlo e non è da escludere che gli venga data un’altra chance in maglia nerazzurra.
Infine ci sono altre due opzioni italiane da tenere in considerazione. In realtà loro due giocano in ruoli diversi, ma hanno il profilo che piace all’ad nerazzurro. Chiesa (costa 60 mln) e Tonali (Cellino ne chiede 40).
(Fonte: TS)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy