Juve-Inter, un mese dopo la moglie di Zanetti ricorda: “Mi insultarono. Il rifiuto dell’Inter ha evitato…”

Juve-Inter, un mese dopo la moglie di Zanetti ricorda: “Mi insultarono. Il rifiuto dell’Inter ha evitato…”

Paula Zanetti sulle polemiche accese un mese fa a proposito di Juve-Inter: i nerazzurri dissero no, saggiamente, alle porte aperte

di Redazione1908

Paula Zanetti è tornata a parlare delle polemiche che hanno attraversato il nostro calcio circa un mese fa. Per la precisione quando il campionato e la Coppa Italia non si erano ancora fermati. Quando qualcuno faceva ancora finta che giocare – nonostante i pericoli per tifosi e giocatori – fosse la soluzione giusta. Paula ha quindi ricordato con una sequenza di articoli come si fosse subito schierata contro l’idea di far scendere in campo i giocatori. Si parlava della partita di Coppa Italia tra Juventus e Milan (si sarebbe dovuta giocare il 1. marzo a porte aperte, ma solo per i piemontesi). Paula ha condiviso oggi diversi commenti molto offensivi nei suoi confronti, ricevuti proprio in quei giorni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Poi ecco un momento molto importante nella cronologia dei fatti: “Il giorno dopo (il 2 marzo) ci raccontavamo che si era proposto di giocare quella partita a porte aperte… e che l’Inter rifiutò!!!. La moglie di Javier conclude riferendosi ad Atalanta-Valencia, definita in seguito come una vera e propria bomba biologica: “Non è il momento giusto per fare polemiche… ma ogni tanto ci penso: (visto che tutti abbiamo capito che una percentuale di gente si contagia) abbiamo evitato una grandissima bomba biologica quel lunedì 1 marzo… (fate voi i calcoli di almeno 40.000 persone solo allo stadio)”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy