FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

copertina

Un primato conquistato in 3 mosse: ecco come l’Inter ha cambiato marcia

Getty Images

L’Inter di Antonio Conte, dopo il trionfo nel derby, viaggia spedita al primo posto della classifica. Un primato conquistato, secondo il Corriere dello Sport, grazie a tre mosse che hanno cambiato faccia alla squadra rispetto a inizio...

Fabio Alampi

L'Inter di Antonio Conte, dopo il trionfo nel derby, viaggia spedita al primo posto della classifica. Un primato conquistato, secondo il Corriere dello Sport, grazie a tre mosse che hanno cambiato faccia alla squadra rispetto a inizio stagione.

 Getty Images

L'equilibrio ritrovato

"La prima svolta nell'annata, insomma, è stata una sorta di ritorno al passato: abbassare il baricentro, attendere gli avversari e andare a caccia di campo per le ripartenze. E' anche una questione di uomini, perché affidarsi definitivamente al terzetto Skriniar-De Vrij-Bastoni ha dato solidità e automatismi ai meccanismi. Ora la retroguardia nerazzurra è la seconda del torneo. Di meglio c'è solo quella della Juventus. Ma i numeri sono in netto miglioramento: solo un gol incassato dalla Lazio, per di più su una deviazione fortuita, nelle ultime 6 giornate".

Imprevedibilità e svolta a sinistra

"L'Inter ha continuato a segnare tanto, ma pure a sbagliare troppo. Il bottino di 57 reti raccolto finora avrebbe, infatti, potuto essere ancora più consistente. Le uniche volte in cui l'attacco ha fatto cilecca è stato quando si è trovato davanti il classico pullman. Le due gare con lo Shakthar, entrambe finite sullo 0-0, che hanno poi causato l'eliminazione dalla Champions, sono ancora lì a gridare vendetta, oltre ad essere emblematiche. Di più recente c'è un altro pareggio a reti bianche in casa dell'Udinese. Ma forse, proprio in quest'ultima decina di giorni, Conte potrebbe aver trovato l'antidoto. Adesso, infatti, c'è anche il nuovo Eriksen in mezzo al campo a dare imprevedibilità alla manovra e a diminuire i tempi di gioco con i suoi tocchi di prima. E Perisic sembra essersi finalmente adattato a fare l'esterno a tutto campo, facendo sì che la manovra non penda più soltanto a destra e su Hakimi".

Forma fisica e infermeria vuota

"L'Inter, ora, può anche permettersi di fare corsa a sé. Dal punto di vista atletico, infatti, il motore è tornato a girare a mille, o quasi. Inoltre, non avendo altri impegni, a differenza delle rivali tutte ancora alle prese con le Coppe, ogni settimana potrà essere aggiunta benzina, senza contare che le partite verranno preparate con calma e attenzione. Anche dall'infermeria giungono solo buone notizie".

tutte le notizie di

Potresti esserti perso