Real Madrid-Inter, aria di spareggio: sfida decisiva tra Conte e Zidane, chi perde è fuori

Nerazzurri e madrileni devono vincere per sperare ancora nel passaggio del turno

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Antonio Conte, Inter

Terza giornata della fase a gironi di Champions League: l’Inter di Antonio Conte, dopo i pareggi contro Borussia Monchengladbach e Shakhtar Donetsk, affronta il Real Madrid in un vero e proprio spareggio. Entrambe le squadre devono vincere per sperare ancora nel passaggio del turno: una sfida già decisiva per i destini europei di nerazzurri e madrileni, come sottolinea La Gazzetta dello Sport.

Getty Image

DI NUOVO A MADRID – “A dieci anni dal Triplete, l’Inter è tornata a Madrid per ragioni di Champions e ha trovato tutto rimpicciolito, come Cenerentola dopo la mezzanotte, la cattedrale del Bernabeu ridotta alla Pinetina di Valdebebas, la finalissima nel terzo match di un girone eliminatorio. Che però, dice bene Zidane: “E’ già una finale”. Perchè sia Inter sia il Real condividono la paura che la favola finisca subito e la coppa dalle grandi orecchie si trasformi in zucca. Entrambe sul fondo di una classifica che sembra rovesciata: 2 punti i nerazzurri, uno i Blancos. In cima lo Shakhtar Donetsk che ha tolto 4 punti su 6 alle due favorite“.

SPAREGGIO – “Uno spareggio. L’Inter ci arriva senza il suo totem Lukaku e con una vittoria (Genoa) nelle ultime 6 partite. Questo Real ha già fatto storia perdendo per la prima volta in casa contro il Cadice e non vorrebbe aggiungere un’altra onta agli almanacchi: mai è stato eliminato nei gironi. Dimenticare la gloria trascorsa, le 16 Coppe Campioni in due (13 il Real), la ruota del Prater, Mazzola-Puskas, la finale Inter-Real del ’64, prima gloria nerazzurra. Stasera si lotta per il pane duro dei 3 punti. Chi resta a pancia vuota, rischia grosso. Chi vince, può sterzare verso il sole“.

Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy