Il Sole 24 Ore – Suning cerca soldi freschi per l’Inter: documento confidenziale in mano a investitori

L’indiscrezione lanciata dal Sole 24 Ore

di Alessandro De Felice, @aledefelice24

Suning va a caccia di nuovi investitori e risorse finanziare per l’Inter. Il Sole 24 Ore rivela che da qualche settimana circola tra gli investitori stranieri un ‘teaser’, ovvero una documentazione confidenziale di circa decina di pagine, dove l’attenzione è focalizzata sulla squadra nerazzurra, definita un ‘club iconico‘: “Nella documentazione si ripercorrono la storia recente e passata del club (con le tre Champions League, il Triplete del 2010 e i 18 campionati vinti) e il valore della Serie A italiana all’interno delle competizioni europee. Nello stesso «teaser» si puntano i riflettori anche sul gruppo Suning, che viene definito «un forte azionista»: al terzo posto tra le imprese non statali in Cina con un giro d’affari miliardario e attivo in settori come retail, real estate, cultura e Sport tramite la Suning Sports Group“.

Getty Images

L’indiscrezione racconta dell’attività di Suning, attraverso i consulenti del gruppo della famiglia Zhang, di sondare il mercato finanziario per trovare nuovi capitali. Un’iniziativa partita a dicembre: “Servono soldi freschi, anche per la campagna acquisiti di gennaio, e il momento non è dei migliori, a causa del Covid e delle restrizioni sul calcio imposte dal Governo di Pechino. L’Inter ha un bond da 300 milioni in circolazione, con scadenza 2022, seguito da un’emissione nel luglio scorso per 75 milioni, e già da qualche mese si starebbe muovendo con i propri advisor, in particolare secondo le indiscrezioni Goldman Sachs, per rifinanziarlo. È già partita da qualche tempo l’attività di marketing e l’obiettivo potrebbe essere quello di fare un «private placement» tra qualche investitore specializzato in debito. Ma potrebbe non essere tutto: il «teaser», che circola da dicembre, sarebbe finito anche a investitori esteri specializzati in investimenti azionari, quindi possibili partner“.

L’idea di Suning è quella di offrire agli investitori diverse opportunità: “Quella di fare dell’Inter un’icona internazionale, ma anche quella di accelerare l’espansione internazionale del brand in Cina e Asia grazie a Suning, ad esempio puntando sull’aumento dei ricavi e del merchandising. Vengono, infine, sottolineati il management impegnato nella realizzazione del piano strategico e anche il valore del futuro asset del nuovo stadio“.

Getty Images

Rifinanziamento del bond oppure anche una cessione di quote? Il Sole 24 Ore aggiunge: “Dal 2016 Suning Holdings Group ha il il 68,55% del capitale, affiancato da LionRock Capital, che ha una quota di minoranza del 31,05%, più altri piccoli soci. Suning, malgrado alcune indiscrezioni passate, ha sempre negato un disimpegno totale dall’Inter. Ma servono risorse per il club nerazzurro soprattutto nel 2021. La strada, secondo i rumors, potrebbe essere allora quella della ricerca di un partner di minoranza, magari in affiancamento o in sostituzione a LionRock Capital“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy