Da sacrificabile a uomo derby: Inter, Eriksen ci crede. E quel precedente a febbraio…

Il centrocampista danese ha ritrovato il sorriso in Nazionale

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

I quattro casi di positività riscontrati dall’Inter (Bastoni, Skriniar, Gagliardini e Nainggolan) potrebbero costringere Antonio Conte a rimescolare le carte in vista della stracittadina contro il Milan di settimana prossima, in difesa come a centrocampo. Una situazione che potrebbe rilanciare elementi come Marcelo Brozovic e Christian Eriksen, a lungo inseriti nella lista dei sacrificabili durante l’ultima sessione di calciomercato. Il danese, in particolare, si candida a un ruolo da uomo derby, dopo aver ritrovato il sorriso in Nazionale. Così scrive La Gazzetta dello Sport: “Uno tra Brozovic ed Eriksen, ovvero i due giocatori a lungo discussi e considerati sacrificabili per tutto lo scorso mercato, partirà titolare sabato prossimo. Fosse una corsa di Formula 1, si potrebbe dire che Brozovic ha un discreto vantaggio sul danese. E potrebbe permettere a Conte di oscillare tra il 3-4-1-2 e il 3-5-2, ovvero i due moduli scelti per questa stagione. Eriksen sarebbe di fatto il primo e unico cambio in mezzo al campo“.

IL PRECEDENTE – “La nazionale è sinonimo di felicità, è bastato un rigore alle Far Oer per rimettere in circolo un po’ di energia positiva. Quella che pareva aver sprigionato il 9 febbraio scorso, nel suo unico derby giocato. Entrò nel secondo tempo, prese una traversa con una punizione. Pareva l’inizio di una scalata, è rimasto un lampo che non ha mai fatto vera luce“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy