Bergomi: “Scudetto? Più squadre coinvolte, ma dico Inter. Lukaku il più determinante”

Le parole dell’ex capitano nerazzurro ai microfoni della Gazzetta dello Sport

di Daniele Vitiello, @DanViti

Sta per tornare il campionato e la Gazzetta dello Sport ha chiesto aiuto a 10 autorevoli pareri per un pronostico sulla lotta al vertice. Questo il pensiero di Beppe Bergomi: “Oggi è difficilissimo fare un pronostico. Rispetto agli ultimi anni il gap tra la Juve e le altre si è ridotto e la corsa allo scudetto vedrà coinvolte più squadre. La Juve è abituata a vincere, ma l’Inter deve crederci: dico Inter. Lukaku è il giocatore più determinante, abbiamo visto tutti cosa significa averlo in campo o meno. Juve e Inter hanno tutto per lottare per il titolo. Conte è un leader, un tecnico che fa la differenza. Pirlo ha a disposizione una rosa molto importante e ha dalla sua parte la protezione della società, fondamentale per attraversare con serenità i momenti di difficoltà”.

Getty Images

A proposito delle altre, invece, ecco il parere dello ‘Zio’: “Il Milan terrà fino alla fine, e lo dico da tempi non sospetti: Pioli ha fatto un grande lavoro, l’ambiente è carico e convinto. C’è Ibra che fa la differenza, ma non è soltanto lui l’anima del Milan. C’è un gruppo giovane e di qualità che sta acquisendo grande sicurezza. Il Napoli non lo metterei tra le outsider: mi piace tantissimo Gattuso, ha idee e sta facendo un lavoro straordinario. La rosa è profonda e più strutturata rispetto a una possibile outsider. Quindi il Napoli è da lotta scudetto, mentre come outsider vera dico Roma. Fonseca ha le armi per sorprendere”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy