Caso Dzeko-Inter, Petrachi: “Ma era ovvio il lapsus. Ho detto maggio ma intendevo luglio”

Caso Dzeko-Inter, Petrachi: “Ma era ovvio il lapsus. Ho detto maggio ma intendevo luglio”

Gianluca Petrachi, ds della Roma, si dice tranquillo davanti al rischio di una squalifica per il caso Dzeko

di Redazione1908

“Purtroppo dopo la conferenza stampa di presentazione di Mkhitaryan non ho fatto nessuna smentita perche’ credevo fosse palese che era un lapsus, che avevo detto maggio anziche’ luglio. Ma c’e’ gente che specula e mi hanno fatto le pulci”.

Gianluca Petrachi, ds della Roma, si dice tranquillo davanti al rischio di una squalifica. Il dirigente giallorosso disse, durante la presentazione dell’ex Arsenal, di aver incontrato l’Inter a maggio per Dzeko ma all’epoca era ancora un tesserato del Torino.

“Quando saro’ chiamato, e finora non ho ricevuto alcuna comunicazione ufficiale, diro’ quello che e’ stato, un lapsus – aggiunge ai microfoni di Sky Sport – Se poi si vuole montare un caso inutile, dispiace. Si cerca di guardare a cose inutili quando ci sono problemi piu’ seri su cui si fa ben poco. La procura fara’ le sue indagini ma sono sereno, la mia carriera parla chiaro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy