CdS – Icardi andrebbe di corsa al Real. E con l’Inter c’è un altro elemento discordante…

Tra l’Inter e Wanda c’è da discutere anche del tema della clausola rescissoria

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Non è solo la cifra dell’ingaggio a minare l’accordo tra l’Inter e Mauro Icardi. Wanda spingere per avere un ingaggio in linea con i grande bomber del campionato, ma c’è un altro tema da discutere col club nerazzurro: quello della clausola rescissoria. La showgirl ha intenzione di difenderla perché è stata lei a volerla nell’estate 2016. Per l’Inter, invece, secondo la ricostruzione dell’entourage del calciatore, prima non era un problema mantenerla invariata o alzarla a 130-140 milioni, mentre adesso l’orientamento è toglierla o fissarla a quota 250 milioni, una cifra superiore ai 222 milioni pagati dal Psg per Neymar. Lady Icardi potrebbe anche dire di sì a una clausola da 250 milioni, ma solo con uno stipendio a suo avviso proporzionato, ovvero superiore ai 10 milioni“, si legge sul Corriere dello Sport.

“Detto dell’aspetto economico, c’è quello della riconoscenza. Wanda pensava che il capitano, quello che anche in una recente intervista al Corriere dello Sport-Stadio aveva detto di essere pronto a rinnovare in tempi brevi, meritasse più considerazione. Quella che a suo giudizio sono pronti a dimostrare la prossima estate grandi club. Icardi andrebbe di corsa al Real, con il quale l’entourage ha avuto un contatto a fine gennaio 2017, ma magari sarebbe tentato pure dal Psg e forse anche dal Chelsea. Di certo da ieri con l’Inter non sono più solo rose e fiori”, riporta il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy