CdS – L’Inter ha ormai deciso di chiudere con Spalletti. Ausilio e Marotta, a Conte…

Il giornale romano da un lato parla di addio, poi però spiega che Zhang cambierebbe solo se ci fosse un’alternativa migliore

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

Il 30 giugno Antonio Conte si liberà dal Chelsea (e aspetta il mega indennizzo), ma resta nei pensieri dell’Inter che ormai ha deciso di chiudere con Spalletti a costo di bruciare 25 milioni in 2 anni“. In sintesi il Corriere dello Sport la vede così: l’ex ct dell’Italia, che fa sognare la Roma e i tifosi giallorossi, fa gola a tanti club e tra questi c’è anche l’Inter. In attesa che il tribunale di Londra si esprima sulla richiesta fatta al Chelsea dell’ingaggio fino al 30 giugno e dei 9 mln previsti dal contratto in caso di recesso anticipato, l’allenatore non ha chiuso a nessuna possibilità sul suo futuro. Il CorSport, a proposito degli incontri con la Roma, spiega: “Conte ha ascoltato e ha preso tempo, riflette e si guarda intorno: vuole capire se la Roma si qualificherà alla prossima Champions (non è una condizione indispensabile per lui ma per la Roma è un paletto decisivo dal punto di vista finanziario), studia la rosa giallorossa (ha un debole per Dzeko) e ha avuto contatti con Totti e De Rossi”. 

Su Spalletti poi il giornale romano spiega: “Sarà cambiato solo se il presidente Zhang e i suoi collaboratori riusciranno a mettere le mani su un allenatore giudicato migliore. Il numero uno della loro lista è Antonio Conte”. Insomma se nel titolo dell’articolo, in cui si dice che l’Inter cambierebbe a costo di spendere i 25 mln della clausola per dire addio al tecnico di Certaldo, dall’altro lato nell’articolo frena un po’ e spiega che sarà lasciato andare solo se ci sarà il sì di un allenatore ritenuto migliore e a quel punto Ausilio e Marotta, consapevoli che andrebbe pagata per intero la cifra per la rescissione del contratto dell’attuale allenatore, proverebbero a convincere Conte a limare le sue pretese “inserendo dei bonus legati ai risultati e alle vittorie per… pagare una parte della liquidazione che spetta a Spalletti. Anche se con l’ex ct il discorso più importante è quello relativo alla progettualità perché l’Inter non potrà garantirgli l’acquisto di tutti i top player che colmerebbero il gap con la Juve“.  

I bianconeri hanno confermato Allegri, almeno a parole, e l’attuale tecnico ha già detto che vuole restare. Se dovesse invece partire nella corsa a Conte entrerebbe di fatto pure la società juventina e a quel punto l’ad nerazzurro punterebbe su Allegri a cui guardano anche da Roma in caso Conte non arrivasse e sempre se alla fine la Juve decidesse davvero di aprire un nuovo capitolo.

(Fonte: Corriere dello Sport)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy