Cercasi grande Inter: col Barça niente bus davanti all’area, Spalletti ha un’idea meravigliosa

Cercasi grande Inter: col Barça niente bus davanti all’area, Spalletti ha un’idea meravigliosa

Il tecnico dell’Inter vuole giocarsela a viso aperto contro i catalani

di Andrea Della Sala, @dellas8427

 

L’Inter se la vuole giocare. Dopo la lezione appresa al Camp Nou, la squadra di Spalletti vuole fare meglio e vuole cercare di mettere in difficoltà la formazione di Valverde. Spalletti sogna in grande e ha un’idea meravigliosa per stasera, forse un’utopia: “Affrontare il Barça fissandolo negli occhi, puntare sul gioco e non sul non-gioco, contendergli il pallone e gestirlo, mica parcheggiare l’autobus davanti all’area. Ci vorrà una grandissima Inter però, contro i maestri del palleggio e del fraseggio corto, come da antica lezione imparata da Cruyff in poi, e come si è visto già due settimane fa al Camp Nou, quando il bignamino sul possesso palla e sue applicazioni fu impartito con severità noncurante”, si legge su Repubblica.

L’Inter è in crescita, in campionato ha raccolto 7 vittorie consecutive e vuole confrontarsi contro una grande del calcio europeo. “A Spalletti anche un pareggio non dispiacerebbe ( ma occhio a una sconfitta e alla contemporanea vittoria del Tottenham, complicherebbe tutto), ma non ci vuole arrivare per tentativi o per muraglie difensive: È un piano ardito, di fatto ricalca quello della Roma di Di Francesco che lo scorso aprile eliminò il Barça nei quarti con l’ormai celebre 3- 0 dell’Olimpico, ed è pure l’unica alternativa possibile alla linea Maginot che alcuni hanno opposto al Barça negli anni, a volte riuscendo (l’Atletico di Simeone nel 201 4 e 2016, il Chelsea di Di Matteo nel 2012). Del resto questa è un’Inter manovriera, che punta sul possesso palla per allontanare i pericoli dalla propria area, anzi c’è un dato che la renderebbe addirittura ” sarrista”: Marcelo Brozovic in campionato ha toccato più palloni di tutti, ben 1018, più dei 917 giocati un anno fa da Jorginho, allora regista del Napoli. Gestendo il pallone con continuità l’Inter quest’anno è cresciuta, il segreto è quello, anche se in Champions è un altro paio di maniche. Ma la tecnica è al centro di tutto. Proprio come fa il Barça da 40 anni. Per questo l’ordalia di stasera avrà molti significati, anche filosofici. Sempre che poi Leo non decida di metterci del suo, e a quel punto ci si dovrà raccomandare ai numi tutelari. In tribuna ce ne saranno a mucchi”, riporta Repubblica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy