Eriksen play? Conte ha cambiato idea! Ne parlavamo a novembre, domani la prova del nove

Con l’assenza del croato, il tecnico dell’Inter potrebbe dare una chance a Eriksen nel ruolo di regista davanti alla difesa

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Eriksen regista poteva essere un’opportunità nella partita con il Torino dello scorso novembre, quando Brozovic risultato positivo al Covid non aveva preso parte alla stracittadina. Conte non scelse il danese in quel ruolo, ma preferì adattare Barella nel ruolo di vertice basso e il primo tempo contro i granata non fu di certo esaltante. Ora l’opzione Eriksen davanti alla difesa è diventata realtà, come ha spiegato Conte alla vigilia della sfida contro la viola.

Ne avevamo parlato così proprio novembre su Fcinter1908: “Proprio l’assenza del croato può essere la più pesante per l’Inter e per Conte che vuole un regista che sappia smistare palloni e che aiuti la squadra nella costruzione dal basso, elemento imprescindibile della mentalità del tecnico nerazzurro. Brozovic si è dimostrato sicuramente il più adatto nella rosa interista per ricoprire quel ruolo di play basso. Conte ha provato anche Barella e Vidal nel ruolo di costruttori, ma il tentativo può dirsi quasi fallito. Sia il cileno che l’ex Cagliari hanno caratteristiche diverse, ottimi da mediani in un centrocampo a due o per giocare ai fianchi del croato come mezzali. Adattabili anche sulla trequarti, ma da play bassi faticano e non poco”.

Getty Images

“Tegola importante la perdita di Brozovic, ma allo stesso tempo può essere una grande opportunità per Conte e anche per Eriksen. Il danese, arrivato in Serie A con i migliori auspici, ancora non è riuscito a imporsi e a conquistare la fiducia del tecnico. Così, il temporaneo vuoto lasciato dalla positività di Brozovic potrebbe essere colmato con l’arretramento di Eriksen”.

Getty Images

“Da trequartista a playmaker davanti alla difesa, seguendo in parte il percorso fatto anche in precedenza dal compagno croato sotto la guida di Spalletti. Eriksen non è sicuramente un interprete alla Kanté, ma può sicuramente agevolare la circolazione del pallone grazie alla sua tecnica. E forse potrebbe trovare maggiore libertà di azione. Un tentativo si può anche fare, sia per far emergere l’enorme talento del danese, ma soprattutto perché (fuori Brozovic) le alternative sono pur sempre quelle di un giocatore adattato”. 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. furlanbluneri - 2 mesi fa

    Conte è troppo ostinato per dare una opportunità ad Eriksen. Farà di tutto per avere Gagliardini. E quando arriveremo al 90° sullo 0 a 0, farà entrare Eriksen per avere un alibi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy