Conte, oggi giorno chiave: Suning in pole, contatti con Marotta. Con lui sarà un’Inter…

Conte, oggi giorno chiave: Suning in pole, contatti con Marotta. Con lui sarà un’Inter…

Le ultimissime sul futuro dell’ex ct

di Marco Macca, @macca_marco

Oggi è un giorno chiave per il futuro di Antonio Conte. Non perché l’ex ct annuncerà il suo prossimo club, ma perché dalle prossime ore in poi l’ex ct sarà libero di potersi legare a un’altra squadra. E’ attesa per oggi, infatti, la decisione del giudice sul contenzioso tra lo stesso Conte e il Chelsea, che rischia di dover pagare all’ex Juventus un risarcimento di circa 11 milioni di euro. Come scritto da la Repubblica, l’Inter è in pole per portare sulla propria panchina il tecnico leccese, come testimoniano i contatti avuti con Marotta. Scrive il quotidiano:

Da oggi, Antonio Conte sarà libero di conoscere il proprio futuro. La data del 29 marzo è segnata in rosso sul suo calendario: il giorno della discussione sul contenzioso aperto col Chelsea. Ballano 9 milioni di sterline, circa 11 milioni di euro, (…). Non c’è una sola delle grandi che in queste settimane non abbia pensato di ripartire da lui: Juve, Inter, Milan, Roma, quella di Conte è un’idea comune, che accarezzano pure le grandi d’Europa, dal Bayern allo United. Certo, lui ha deciso: vuole rimettersi in gioco dopo il sabbatico che si è imposto (…). Conte costa tanto, almeno 10 milioni di euro netti, anche se trattabili. Giocare la prossima Champions, per averlo, è indispensabile: per motivi economici, ovvio, ma pure d’ambizione. «La prossima squadra deve consentirmi di dare entro due anni l’assalto alla Champions League», ha confessato lui a chi lo ha cercato (…). Molto più concreta è diventata nei mesi la pista interista. Suning è in vantaggio su tutti, punto. Anche per il nome del nuovo ad interista: Beppe Marotta, che con Conte condivise i successi juventini e che dopo il trasferimento a Milano ha avuto con lui più di un colloquio. Per la nuova Inter – che ricomincerà senza Spalletti e verosimilmente senza Icardi e Perisic, ma con Godin – è il nome più caldo. A patto di costruire per lui «una squadra da Champions», è chiaro“.

(Fonte: la Repubblica)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy