E’ il muro dietro che trascina l’Inter in Champions. Handanovic da record, ma non solo…

La difesa dell’Inter si sta dimostrando il vero punto di forza della squadra

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Tra i volti più positivi dell’Inter in questa stagione c’è sicuramente Samir Handanovic. Il capitano dei nerazzurri sta disputando una delle sue migliori stagioni. Nella corsa Champions dell’Inter a metterci la firma è stato sicuramente il portiere e la retroguardia interista.

“Nell’Inter dall’attacco spento tocca ancora ai gregari tirare: dopo il derby vinto, con la squadra che si è «incartata», Handanovic non ha mai preso più di un gol a partita (7 match), in tre occasioni è uscito con la porta inviolata. I quattro punti arrivati da quattro pareggi portano la firma della difesa: piccoli passi, certo, ma anche solo un paio di meno avrebbero fatto tutta la differenza del mondo, in negativo. In generale, in questa stagione, 16 volte in campionato i nerazzurri hanno fatto registrare il «clean sheet», la gara senza subire gol. È un primato in A, a pari merito con la Juve, è un primato assoluto per Handanovic, il portiere con più «lenzuola pulite», visto che al numero bianconero hanno contribuito sia Szczesny che Perin. Per Samir, a cui l’Inter ha fatto i complimenti via social con una foto in cui in primo piano risalta la fascia da capitano, questa è una delle migliori stagioni in carriera. A livello numerico, in questa statistica, manca solo un passo per pareggiare il suo record personale: 17 gare a porta inviolata fatte registrare nel 2011-12 e nella scorsa stagione. In Europa solo Alisson, con 20 al Liverpool (primato di Premier eguagliato), Oblak (20, Atletico Madrid) e Ederson (19 al City) hanno fatto meglio. Per arrivare a tali altezze ci ha messo molto di suo, con più di una parata decisiva, ma è stato anche ben protetto dal reparto e dalla squadra”, si legge su La Gazzetta dello Sport.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14166041 - 1 anno fa

    sicuramente non grazie ad Handanovic che para solo gli tiri addosso non si tiffa mai per non sporcarsi la divisa e l’illeggittima fascia di capitano senza aprire mai bocca
    io insisto via spalletti perisic handanovic candreva b.valero j.mario dentro subito qualche primavera(pompetti a centrocampo su tutti e colidio) e conferma icardi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy