primo piano

GdS – L’Inter è stata chiara: chi sposa il progetto bene. Chi vuole estraniarsi…

Oltre ad un confronto tra de Boer e la dirigenza, ieri alla Pinetina, il tecnico nerazzurro, ha tenuto a rapporto la squadra.

Riccardo Fusato

Oltre ad un confronto tra de Boer e la dirigenza, ieri alla Pinetina, il tecnico nerazzurro, ha tenuto a rapporto la squadra.  Il tecnico ha continuato a spingere sul concetto mentale: avete qualità, dovete liberarvi dei pesi interiori e buttare sul campo tutto ciò che avete dentro. Più schietto invece il messaggio lanciato dalla dirigenza che ha guardato negli occhi il gruppo. Prima un promemoria: voi siete quelli che hanno battuto la Juventus e che hanno quasi fermato la Roma. Quella è la vera versione di questa squadra ed è per questo che ci sono tutti i margini per uscire da questa situazione negativa. Poi, l’affondo. È ora di correre, sudare, faticare, aiutarsi. Chi vuole partecipare e sostenere il comune progetto è ben accetto, chi vuole estraniarsi alzi la mano e venga a chiedere la cessione a gennaio. Silenzio. Una decina di secondi di silenzio nello spogliatoio, prima della chiusura: bene, allora fino a gennaio si lavora a testa bassa per il bene dell’Inter, per l’onore della maglia. Per tutto il resto, ci sarà modo e tempo. Ora tocca a loro confermare di aver compreso. De Boer compreso.

(Gazzetta dello Sport)

tutte le notizie di

Potresti esserti perso