Icardi non segna e il prezzo si abbassa. Niente saldi da Marotta e Ausilio, ma l’Inter pensa a…

Il centravanti dell’Inter ha ancora il futuro incerto

di Andrea Della Sala, @dellas8427
Icardi con la maglia dell'Inter

Dopo il rientro non sembra essere più lo stesso Icardi di prima. Il bilancio dell’ultimo Maurito è in rosso, solo 10 reti e un gol ogni 215′. Non è il miglior momento di Icardi che continua a ricevere i fischi da una parte dei tifosi, anche ieri durante la sua uscita dal campo non sono mancati.

“A due partite dalla fine, con almeno una gara che vedrà Lautaro titolare, le occasioni per dimostrare di essere ancora letale si riducono terribilmente. Il caso di fine inverno rischia di avere indebolito l’Inter in una prossima trattativa per la cessione, anche se Ausilio e Marotta non sono intenzionati a fare saldi. Sicuramente però il cartellino di Icardi si è deprezzato rispetto ai tempi in cui si ragionava sul valore della clausola. In più per i prossimi mesi si prospetta la possibilità di un nuovo braccio di ferro con l’entourage del giocatore, visto che l’agente Wanda Nara continua a ribadire la volontà del marito di restare in nerazzurro. Forse è solo un gioco delle parti, forse centra la volontà di ribadire che la scelta dovrà essere condivisa (Icardi vuole scegliersi la destinazione), ma al momento club e centravanti sono di nuovo apparentemente su lunghezze d’onda diverse. Marotta e Conte stanno pensando a un futuro con un altro centravanti (Dzeko o Lautaro), Icardi pensa di poter ripartire da zero con un altro allenatore”, si legge su Gazzetta.it.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy