Il Real umilia Lopetegui nel comunicato di esonero. Maqueda: “Mi sono vergognato a leggerlo”

Durissimo il comunicato con cui il Real Madrid ha cacciato l’allenatore

di Daniele Mari, @marifcinter

Un comunicato senza stile. E’ stato accolto così in Spagna il modo con cui il Real Madrid ha deciso di esonerare Lopetegui. Dopo i ringraziamenti di rito, è arrivata una stoccata pesantissima nei confronti del tecnico: “Questa decisione, presa con la massima responsabilità, ha il fine di cambiare la dinamica della squadra quando sono ancora raggiungibili tutti gli obiettivi stagionali – si legge nella nota della Casa Blanca –. La giunta direttiva ritiene che ci sia una grande sproporzione tra la qualità della rosa del Real Madrid, che vanta 8 giocatori candidati al Pallone d’Oro, una cosa senza precedenti nella storia del club, e i risultati ottenuti sinora”.

Il riferimento alla grande sproporzione, con il riferimento agli 8 candidati al Pallone d’Oro, quasi un voler scaricare la colpa tutta sull’ex ct della Spagna, ha suscitato reazioni indignate anche tra i tifosi del Real. Come Juanjo Maqueda, ex giocatore blanco e cognato di Lopetegui: “Mi sono vergognato di essere madridista leggendo quel comunicato. Julen ha mantenuto uno stile e una classe fino all’ultimo momento. E non parlo certo a nome suo, io parlo come tifoso del Real Madrid. Da fuori, mi sembra anche difficile allenare il Real in una situazione come questa”, ha detto a Cadena Ser.

Al club viene contestata soprattutto la mancanza di autocritica per le scelte di mercato, con Cristiano Ronaldo mai sostituito.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy