Inter, ecco chi è Agoumé, il nuovo Pogba. Farà il ritiro coi “grandi”, poi tocca a Conte

Inter, ecco chi è Agoumé, il nuovo Pogba. Farà il ritiro coi “grandi”, poi tocca a Conte

Tuttosport descrive il giovane talento francese acquistato dai nerazzurri

di Marco Astori, @MarcoAstori_

L’Inter ha bruciato la concorrenza: Lucien Agoumé vestirà nerazzurro. E’ ciò che riporta Tuttosport nella sua edizione odierna, tracciando anche un identikit della giovane promessa francese: “Lo avevano seguito il Lione, ma soprattutto il Barcellona, club con il quale a gennaio sembrava tutto già fatto. Invece Lucien Agoumé è diventato un giocatore dell’Inter. Il giovane talento classe 2002 è costato ai nerazzurri 4.5 milioni, una cifra relativamente bassa non certo Lucien Agoumé con la maglia franceseper il valore del giocatore, ma perché il ragazzo, ormai al centro dei desideri di mezza Europa, aveva comunicato al Sochaux, club che ne deteneva il cartellino, la volontà di non rinnovare il contratto che sarebbe scaduto a giugno del 2020. Con i gialloblù quest’anno il giocatore ha collezionato questa stagione 15 presenze in Ligue 2 e una in Coppa di Francia, per un totale di 943 minuti, bottino di tutto rispetto per un diciassettenne. Dalla sua, ha una grande capacità di giocare a due tocchi e un senso della posizione invidiabile. Tanto da essersi guadagnato un paragone importante, vuoi per la somiglianza fisica e i 185 cm d’altezza, vuoi per la visione di gioco, la tecnica notevole e la posizione di competenza in campo: in patria, infatti, lo hanno etichettato spesso come nuovo Paul Pogba. Agoumé intanto detiene il record di essere il più giovane ad aver debuttato con la maglia del Sochaux (a ottobre 2018 contro il Troyes) quando ancora aveva 16 anni.

Un esordio che aveva fatto drizzare le antenne a tanti club europei, ma al quale era seguita un’alzata di scudi da parte del club di appartenenza, che aveva fatto sapere di non volersi privare del suo gioiello. Del resto i Lionceaux avevano investito molto sul ragazzo, parcheggiato al Clairfontaine (club partner del Sochaux) per farsi le ossa durante 4 stagioni. A febbraio 2018, tra l’altro, è stato anche nominato giocatore del mese del Clairfontaine, riconoscimento che gli allenatori e gli educatori delle diverse categorie del centro tecnico danno non solo sulla base dei risultati sportivi, ma anche per l’impegno a scuola e il comportamento fuori dal campo. Quel che è certo è che per essere un diciassettenne all’arrembaggio, Agoumé deve essere un tipo abbastanza schivo, se è vero che in rete non compare nemmeno un account Instagram ufficiale a suo nome (cosa rarissima tra i millenials). Il ragazzo andrà in ritiro con la prima squadra, sarà poi Antonio Conte a decidere se Agoume potrà rimanere coi grandi o se è meglio che cresca in Primavera. Di certo, per colui che ha lanciato il Pogba vero tra i big del calcio mondiale, sarà una bella sfida avere tra le mani quello che tutti considerano come l’erede più prossimo di Paul”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy