GdS – Inter, non serve alcun patto per lo scudetto. E ora Conte ha un obbligo…

Il tecnico ora può concentrarsi solo su un un obiettivo e preparare la squadra al meglio per affrontare un impegno a settimana

di Andrea Della Sala, @dellas8427

Ora l’Inter ha un obiettivo importante da perseguire: lo scudetto. Svanita la Champions e anche l’Europa League, i nerazzurri dovranno dare il meglio in campionato e arrivare al traguardo che manca da tanto tempo.

“Dopo la solenne bocciatura di mercoledì, non resta che la Serie A per cercare di dotare il gruppo di una mentalità vincente. Conte ha l’obbligo di individuare una diversità di scelte, anche tattiche, nell’affrontare qualsiasi avversario che faccia saltare il piano originale. Deve dimostrarsi dominatore e di conseguenza realizzatore del progetto per cui è ben pagato e ha ottenuto tanti (non tutti) giocatori di gradimento. Più che una necessità, è un obbligo. La rosa è stata costruita sui molteplici impegni: adesso, se non risulta esagerata, è ben distribuibile anche sui cinque cambi, e in ogni caso potrà permettere almeno di contrastare stanchezze, tamponi, condizioni di forma ballerine”, sottolinea La Gazzetta dello Sport.

Getty Images

“Lo si diceva anche della Lazio un anno fa: senza coppe, sarebbe volata in primavera. Ma poi arrivò il virus a cambiare tutto. Conte adesso ha un solo ambiente da frequentare; non è tecnico e sofisticato come quello europeo, è più adatto a un calcio fisico, può allargare le motivazioni non perché sono diminuite le ambizioni, ma perché sono svaniti alcuni traguardi. I patti per lo scudetto servono da incentivi, ma questa Inter non dovrebbe averne bisogno. Si è già messa nella condizione di non poter più sbagliare. Altrimenti va ripensato tutto”, aggiunge il quotidiano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy