Inter, bilancio negativo: perdite superiori a un anno fa, passivo da oltre 100 milioni

Gli effetti della pandemia di coronavirus si fanno sentire

di Fabio Alampi, @FabioAlampi

Verrà approvato a fine novembre, nel corso dell’assemblea dei soci, il bilancio dell’esercizio legato alla stagione sportiva 2019/2020 dell’Inter, chiuso al 30 giugno 2020. Un bilancio che sarà per forza di cose negativo, così come per il resto delle società italiane e non solo, profondamente colpite dalla pandemia di coronavirus. Come evidenzia Tuttosport, i conti nerazzurri faranno registrare delle perdite sostanziose: “Nel corso dell’assemblea di fine novembre sarà approvato il bilancio dell’esercizio chiuso al 30 giugno scorso che, secondo indiscrezioni, dovrebbe segnare un passivo molto robusto, abbondantemente superiore ai 100 milioni di euro (il rosso di un anno fa era stato di 48 milioni). Questa perdita è in linea con i dati delle altre società italiane alle prese con la crisi provocata dal coronavirus. Il bilancio del Milan, ad esempio, si è chiuso con un buco di 195 milioni“.

Getty Images

I MOTIVI – “Il risultato dell’Inter è frutto della mazzata dei mancati ricavi dovuti alla pandemia che incidono soprattutto sugli introiti da botteghino (senza dimenticare il congelamento dell’ultima rata di Sky per la stagione 2019-20 che vale circa 15-20 milioni per un club come quello nerazzurro). Una conseguenza particolarmente pesante per l’Inter che aveva la media-spettatori più alta d’Italia, una delle più alte in Europa. Pesa anche la diminuzione del flusso di ricavi commerciali dalla Cina per la risoluzione del contratto con uno dei due intermediari che negoziavano il marchio dell’Inter in Estremo Oriente a condizioni particolarmente favorevoli. Con questo contratto sono venuti a mancare ben 25 milioni all’anno, una somma esorbitante, simile a quella di una grande sponsorizzazione di un’azienda multinazionale“.

Getty Images
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy