Inter – Ritiro Lugano a porte chiuse, ecco il motivo

Le decisione presa per motivi di privacy e sicurezza

di Francesca Ceciarini, @FrancescaCphoto

Ufficializzato per l‘Inter il ritiro di Lugano dall’8 al 14 luglio, anche se i tifosi nerazzurri non prenderanno bene un aspetto che è stato comunicato oggi durante la presentazione dello stesso: gli allenamenti saranno a porte chiuse.

Il motivo è semplice: i lavori in corso per il completo rifacimento delle sottostrutture del campo principale dello stadio di Cornaredo, in previsione della posa del nuovo manto erboso, prevista per lo stesso periodo in cui l’Inter svolgerà il ritiro.

La squadra userà i campi laterali per gli allenamenti e quindi per motivi di sicurezza, ma anche di privacy, le sedute si svolgeranno a porte chiuse.

C’è comunque una speranza di vedere Antonio Conte dirigere i suoi primi allenamenti da coach dell’Inter per i tifosi nerazzurri, come rivela Roberto Badaracco, capo Dicastero cultura e sport di Lugano: “A Cornaredo stiamo rifacendo il campo principale. Speriamo di arrivare in tempo a fine giugno con il campo perfetto e di fare nel caso allenamenti aperti ai tifosi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy