FC Inter 1908
I migliori video scelti dal nostro canale

primo piano

Inter, caccia a un record. I numeri premiano Inzaghi: un dato certifica la sua rivoluzione

Getty Images

Basta un gol all'Inter per eguagliare il record del 1950, due per arrivare a quota 100 gol per i nerazzurri

Andrea Della Sala

L'Inter vuole chiudere l'anno in testa alla classifica, per farlo dovrà battere la Salernitana e il Torino. Ma la squadra di Inzaghi è a caccia anche di un record importante: basta una sola rete per eguagliare il record di gol del 1950, due per superarlo arrivando a quota 100.

"In campionato l’Inter ha segnato 14 gol nelle ultime cinque partite, non è mai rimasta a secco e solo in tre sfide su 17 – contro Lazio, Milan e Juventus – ha realizzato una sola rete. Quello di Simone Inzaghi è il miglior attacco del campionato, con 43 gol segnati: l’Atalanta, seconda in questa classifica, è a quota 37. Anche la Dea potrebbe chiudere il 2021 in tripla cifra di reti realizzate in Serie A: ora è a 99. Quello che stupisce dei campioni d’Italia è la produzione offensiva a 360°, che non si limita ai (tantissimi) centri in campionato: l’Inter domina in tutte le voci statistiche che si riferiscono all’attacco, a dimostrazione di un sistema che funziona", spiega Gazzetta.it.

 Getty Images

"C’è un dato, in particolare, che certifica la rivoluzione copernicana con Inzaghi: l’Inter è la squadra che ha toccato più volte (510) il pallone nell’area avversaria in Serie A. Un dato che dimostra come i nerazzurri attacchino in massa, con tanti uomini – difensori compresi, Bastoni su tutti – negli ultimi 16 metri. In generale la formazione di Inzaghi è la squadra che calcia di più verso la porta: 292 conclusioni tentate in campionato, una media di 17,2 a partita. Con anche un’ottima mira: 115 tentativi nello specchio, al secondo posto c’è il Napoli con 89. Nell’anno dello scudetto vinto, l’Inter di Conte ha provato 14,5 conclusioni a match, con il quinto posto in questa classifica (5,4 in porta contro le 6,8 di quella attuale)".

"La nuova Inter impone il proprio gioco e crea, con il fraseggio centrale ma anche passando dagli esterni: nel nostro campionato, nessuna squadra crossa di più e lo fa meglio dei nerazzurri, primi per traversoni riusciti ma settimi nella classifica di quelli sbagliati. Merito anche degli specialisti da fermo (Calhanoglu e Dimarco) e dei tanti colpitori di testa, un’arma importante a disposizione di Inzaghi: 11 gol per l’Inter nel gioco aereo, unica squadra in doppia cifra. Quello che punta a quota 100 è dunque un attacco a 360°: così Inzaghi sogna lo scudetto. E anche in Europa, dove è mancata precisione (tre partite a secco e 49 conclusioni fuori), l’Inter è la squadra che ha calciato di più verso la porta", chiude il portale sportivo

tutte le notizie di