Inter, un prodotto del vivaio a sinistra: Biraghi la spunta su Dimarco grazie a… Dalbert

Inter, un prodotto del vivaio a sinistra: Biraghi la spunta su Dimarco grazie a… Dalbert

L’arrivo dell’esterno della Fiorentina costringerà all’addio il mancino classe ’97

di Fabio Alampi, @FabioAlampi
Dimarco e Biraghi

L’Inter è sempre più vicina a Cristiano Biraghi: l’esterno mancino della Fiorentina, prodotto del vivaio nerazzurro, è pronto a tornare nella società che lo ha cresciuto, con Dalbert destinato a fare il percorso inverso in direzione Firenze. Una trattativa ben avviata e che può chiudersi già nei primi giorni della prossima settimana, e che consentirebbe all’Inter di risolvere in un colpo solo due questioni: regalare ad Antonio Conte un’alternativa di valore ad Asamoah sulla sinistra e, al tempo stesso, occupare la casella riservata ai calciatori provenienti dal proprio settore giovanile. L’arrivo a Milano di Biraghi avrà come immediata conseguenza la partenza di Federico Dimarco: l’esterno classe ’97, reduce dalla stagione trascorsa in prestito a Parma, verrà nuovamente ceduto, con Torino e Atalanta che hanno già mostrato il proprio interesse.

UNA POLTRONA PER DUE – Stesso ruolo (esterno sinistro), stesso status (entrambi prodotti del vivaio dell’Inter), caratteristiche tecniche molto simili: Biraghi e Dimarco si escludono a vicenda. Tanto che la domanda può apparire naturale: perchè decidere di puntare su Biraghi quando in casa hai già Dimarco? La risposta arriva, in parte, dalle dinamiche del mercato estivo interista, e dalla mancanza di offerte per Dalbert. Con Asamoah unica certezza a sinistra, le chance di permanenza in nerazzurro di Dimarco erano legate alla cessione del brasiliano ex Nizza: se fossero arrivate offerte soddisfacenti, ecco che l’esterno classe ’97 avrebbe potuto prendere il suo posto all’interno della rosa interista, forte del suo status di prodotto del vivaio. La mancata cessione di Dalbert (e il suo successivo inserimento nella trattativa Biraghi) ha spianato la strada al ritorno a Milano dell’esterno viola, chiudendo di fatto le porte a Dimarco, chiamato ora a dimostrare il suo valore lontano da San Siro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy