UFFICIALE / Juventus, risoluzione con Marotta: i dettagli economici. Ora c’è l’Inter

Il dirigente ha chiuso definitivamente il rapporto con i bianconeri

di Eva A. Provenzano, @EvaAProvenzano

E’ arrivato l’annuncio con cui la Juventus comunica che Giuseppe Marotta non è più il direttore generale della Juventus. Sul sito ufficiale del club bianconero è stato scritto un comunicato: “La Juventus comunica che sono stati sciolti i rapporti di lavoro dirigenziale con Giuseppe Marotta e Aldo Mazzia”. 

E’ stato anche spiegato quanto ha percepito il dirigente:

Juventus Football Club S.p.A. comunica che sono stati sciolti i rapporti di lavoro dirigenziale (i) con il signor Giuseppe Marotta con il riconoscimento al medesimo dell’indennità sostitutiva di preavviso che ammonta all’importo lordo di € 361.775, nonché dell’ulteriore importo lordo complessivo di € 361.775 a titolo transattivo e di incentivo all’esodo e (ii) con il signor Aldo Mazzia, riconoscendo allo stesso l’indennità sostitutiva di preavviso per l’importo lordo di € 278.000, nonché l’ulteriore importo lordo complessivo di € 309.000 a titolo transattivo e di incentivo all’esodo.

RINGRAZIAMENTIIn un altro comunicato si legge: “Era il 1 giugno 2010, quando Giuseppe Marotta veniva nominato Direttore Generale della Juventus: a ottobre sarebbe entrato nel Cda della Juventus, e nominato amministratore delegato del Club. Iniziava così un’ epoca indimenticabile, che ha visto la rosa bianconera arricchirsi, anno dopo anno, con alcuni fra i più grandi campioni del panorama mondiale. Un viaggio durante il quale la Juventus non è solo tornata a vincere, sette Scudetti consecutivi, quattro Coppe Italia una dietro l’altra, tre Supercoppe Italiane, ma ha ritrovato una caratura internazionale,  testimoniata  dalle due Finali di Champions League raggiunte nel giro di tre anni. che la pone ormai ai vertici del calcio europeo. I successi sportivi sono solo l’aspetto più esaltante dell’evoluzione vissuta dalla società: l’inaugurazione dell’Allianz Stadium nel 2011, la nuova identità varato lo scorso anno, la nascita delle Juventus Women, anch’esse subito vincenti, dell’Under 23 sono solo alcuni dei passi  compiuti per regalare al club una dimensione sempre più globale. E in ognuno di questi Marotta ha lasciato un’impronta indelebile. Così come indelebili saranno gli insegnamenti appresi da chiunque abbia lavorato al suo fianco. «Sono stati otto anni molto belli, coronati da successi e la Juventus rimarrà sempre nel mio cuore», ha dichiarato proprio poche settimane fa: allo stesso modo, il suo nome rimarrà per sempre nella storia del Club. Grazie di tutto, Direttore”.

L’INTER – Da tempo si parla del suo possibile arrivo all’Inter anche se, nella conferenza stampa che ha seguito il CdA e l’Assemblea dei soci nerazzurri, Steven Zhang, nuovo presidente interista, ha negato ogni contatto con Marotta. Era un dirigente ancora sotto contratto e le voci sul suo arrivo a Milano continuano ad esistere. Poi c’è stata quella frase che ha lasciato una porta aperta: “Se ci sono i migliori giocatori e dirigenti sul mercato io li voglio con me”. Non era un annuncio, ma è sembrata più di una possibilità.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy