Lautaro: “Icardi attaccante e io trequartista. So cosa significa essere il numero 10 dell’Inter”

L’attaccante dell’Inter ha parlato della convivenza in attacco con Maurito

di Andrea Della Sala, @dellas8427

GAZZETTA, ESCLUSIVA PER I LETTORI DI FCINTER1908: RISPARMIA LA META’ PER SEMPRE

Lautaro Martinez è sempre molto legato al Racing, club argentino che ha da poco festeggiato la vittoria del campionato. Intervistato da La Oral Deportiva, il Toro ha parlato anche del suo rapporto nell’Inter con Mauro Icardi:

INTER“Dal primo momento in cui sono venuto all’Inter mi ha chiamato Mauro Icardi. Mi ha aiutato in un sacco di cose, è stato molto bravo per farmi inserire nel nuovo gruppo. Abbiamo giocato con diversi sistemi, quello più utilizzato è con una mezza punta dietro al centravanti. Lo abbiamo fatto anche insieme e mi sono trovato bene. Lavoro sempre per dare il massimo, il numero sulla schiena serve per identificare. So cosa significa essere il numero 10 dell’Inter, ma cerco di meritarlo in questo modo”. 

RACING“Sono molto contento per il campionato, per gli amici che ho ancora lì. Ho chiamato alcuni compagni per complimentarmi, sono stato un tifoso in più per loro. Il Chacho deve rimanere al Racing, a gennaio mi fece impazzire per farmi rimanere, ora tocca a me farlo impazzire per farlo rimanere al Racing. Voglio aggiungere esperienza e un giorno tornare a giocare in Argentina”. 

ARGENTINA“Io faccio il massimo nel club per essere convocato con l’Argentina. Ogni volta che vengo chiamato sono molto felice. Quando metto la maglia della Seleccion sento qualcosa di speciale. Voglio essere nella prossima lista dei convocati e in tutte quelle che verranno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy