L’Inter ha deciso di accontentare Spalletti: pronti 5 colpi. Oggi arriva il primo: Dalbert!

L’Inter ha deciso di accontentare Spalletti: pronti 5 colpi. Oggi arriva il primo: Dalbert!

E’ ormai convinzione da più parti che uno dei valori aggiunti di questa nuova Inter sia senza ombra di dubbio Luciano Spalletti

di Riccardo Fusato, @FusatoRiccardo

E’ ormai convinzione da più parti che, uno dei valori aggiunti di questa nuova Inter sia senza ombra di dubbio Luciano Spalletti. Il tecnico toscano si è infatti dimostrato un valore aggiunto importante sotto tutti i punti di vista, una scelta vincente. Va però ora messo nelle condizioni di rischiare il meno possibile. Va insomma ascoltato, dando magari seguito al piano deciso e condiviso anche con Sabatini e Ausilio ben prima della tournée cinese. E a dire il vero l’ultimo summit di mercato, andato in scena in Cina, sembra spingere davvero verso un intervento importante a livello di «titolari». A parte i vari Borja Valero, Vecino e Skriniar, servono ancora due terzini, un centrale difensivo rapido (anche due in caso di partenza, ormai probabilissima, di Murillo), un centrocampista assaltatore e un esterno offensivo con caratteristiche da contropiedista. Dietro, la fascia sinistra ha di fatto già un nuovo padrone: oggi dovrebbe infatti essere il giorno di Dalbert; attesi a Milano gli agenti del 23enne brasiliano, accordo da 20 milioni più bonus con il Nizza. A destra, contatti avviati con il Psg per l’ivoriano Serge Aurier: è però extracomunitario come Dalbert, e allora in casa Inter servirà un’ulteriore «riflessione» prima di occupare entrambi i posti a disposizione. Fra i difensori centrali occhio sempre a Kimpembe, Lemos, Diop e Manolas. Capitolo attaccante esterno: Karamoh è un affare di prospettiva, Keita la prima scelta. Là davanti manca in effetti un velocista dal dribbling secco. Arrivano smentite sul fronte Mané, mentre Martial resta legato all’eventuale partenza di Perisic.

(Gazzetta dello Sport)

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nuzzo62 - 3 anni fa

    Ma perché bisogna vedere, PERISIC CANDREVA E JOAO MARIO?Ci vogliamo indebolire per forza!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. antonio - 3 anni fa

    Candreva se va via è come vincere alla lotteria , altro che indeboliti , un bidone megagalattico affibiatoci da Lotito , sugli altri due invece concordo .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-5798458 - 3 anni fa

    Mettendo sulla bilancia da una parte i nomi indicati come possibili arrivi e dall’altra le eventuali partenze di Perisic, Candreva e Joao Mario, ne usciamo molto indeboliti! E non mi si venga a dire che siano i desiderata di Spalletti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy