Mourinho: “Allenare il PSG? Impossibile, ecco perché. Guardiola? Fossi rimasto all’Inter…”

Mourinho: “Allenare il PSG? Impossibile, ecco perché. Guardiola? Fossi rimasto all’Inter…”

Lunga e interessante intervista rilasciata dallo Special One ai microfoni de L’Equipe

di Gianni Pampinella

Lunga e interessante intervista quella rilasciata da José Mourinho ai microfoni de L’Equipe. Lo Special One ha analizzato diversi aspetti delle notizie di calcio e del suo futuro. “Allenare il PSG? È impossibile, non puoi allenare un club con un allenatore, devi parlarmi di un club in cui la porta è aperta“, dice il portoghese. Poi il giornalista chiede se Paul Pogba è stato il responsabile dei suoi problemi allo United: “Non posso dire di sì, se mi chiedi se Pogba è l’unico responsabile della situazione, non sono stato una vittima di Pogba“. L’argomento poi è la sindrome del terzo anno: “I giocatori possono provare un po’ di stanchezza, specialmente quando gli chiedi molto, quando hai un profilo di gruppo molto professionale, molto ambizioso, laborioso, di talento, un club strutturato, non hai quella stanchezza, quando sei quasi da solo, non hai il supporto di un club nel suo insieme, alcuni giocatori vanno un po’ verso l’opposto rispetto all’allenatore, non voglio essere un bravo ragazzo, perché il bravo ragazzo dopo tre mesi è un burattino e non finisce bene, ma non dovresti neanche essere un allenatore sempre negativo. Dovremmo cercare questo equilibrio“. Con l’ultimo campionato conquistato con il City, Pep Guardiola ha superato Mourinho, adesso sono 26 i titoli vinti dallo spagnolo contro i 25 dello Special One: “Questo mi ricorda che sono qui, con venticinque titoli, se fossi rimasto al Porto e all’Inter dopo aver vinto la Champions League, avrei giocato la Supercoppa europea, quella nazionale, la Coppa del Mondo per club e avrei potuto avere 31 titoli“.

(Marca)

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy