PAGELLE: Eurogol di Zonta, Radu versione Handa. Bakayoko, espulsione d’oro

PAGELLE: Eurogol di Zonta, Radu versione Handa. Bakayoko, espulsione d’oro

Vittoria importantissima dell’Inter di Stefano Vecchi, che battendo l’Udinese si riprende il primo posto in classifica. Queste le pagelle di FcInter1908.it

di Fabrizio Longo, @FabriJZLongo

Inter-Udinese – Le pagelle di FcInter1908.it

RADU 7 – Sempre efficace nelle uscite. Grande parata su Halilovic, grandissima quella all’88’ su punizione di Pontisso.

GYAMFI 6.5 – Della sua e della sua fisicità sapevamo già. Oggi è propositivo anche in fase offensiva, restando sempre attento anche in quella difensiva.

GRAVILLON 6 – Ciò che un difensore dovrebbe fare: restare sempre concentrato, non concedere mai nulla e non rischiare mai.

DELLA GIOVANNA 6 – Spesso è lui il primo regista della squadra, ma oggi pecca un po’ di precisione. Non concede nulla a Prtajin fino al momento della sostituzione forzata.

MIANGUE 5.5 – Da terzino, con le qualità atletiche di cui dispone, potrebbe spingere molto di più. Rischia poco in difesa, ma non bada mai allo stile e non prova mai a giocarla.

CARRARO 5.5 – Dovrebbe essere il play basso ma non detta quasi mai i ritmi di gioco. Non verticalizza e gioca la palla a ritmi bassi.

BONETTO 7 – Il ritratto della mezzala moderna: corre e insegue tutti, ruba palla, la scarica e si butta in avanti. Fa legna ma lo fa con qualità. Non a caso la fascia da capitano di Della Giovanna la eredita lui.

ZONTA 7 – Se non fosse arrivato il gol, probabilmente, la sua prova sarebbe stata insufficiente. È volitivo e corre come un matto, ma non sempre con efficacia come accade di solito. Poi, però, dal nulla si inventa una bordata su cui Perisan non può nulla: è lui il man of the match.

CORREIA 6 – Si fa vedere e offre sempre una linea di passaggio ai compagni, ma quando c’è da buttarla dentro come un attaccante dovrebbe fare pecca di precisione. Resta l’impegno, ma si può far meglio.

KOUAME 5.5 – Fa tanto lavoro sporco e si muove molto sul fronte d’attacco, ma non ha mai il guizzo decisivo.

BALDINI 6.5 – Qualche errore all’inizio, ma la crescita dell’Inter corrisponde alla sua. Soprattutto nel secondo tempo si prende le redini dell’attacco e tiene palla, sforna assist e fa salire la squadra.

POPA (dal 57′) 6 – Subentra a Della Giovanna e si preoccupa di non permettere agli attaccanti dell’Udinese di creare pericoli, riuscendoci. Va anche vicino al gol: la gioia gliela nega Perisan.

BAKAYOKO (dal 53′) 7 – Entra e diventa il padrone della fascia destra. Semina il panico con le sue percussioni e crea palle gol. Nessuno dei friulani riesce a fermarlo, ad uscire dalla partita ci pensa da solo facendo fallo da ultimo uomo su Amoroso prima che entrasse in area: evita a Radu il tu per tu con l’attaccante e non concede rigore. Espulsione d’oro.

PINAMONTI (dall’83’) – Senza voto

Dall’inviato di FcInter1908.it Fabrizio Longo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy